A- A+
Culture
Manolo Blahník: l'arte della calzatura in mostra a Milano
Credit Photo Nick Zonna

Di Maura Babusci

45 anni di successi internazionali e uno stile inconfondibile, che ne fanno uno dei designer di calzature più iconici ed influenti al mondo, vengono celebrati in questi giorni a Milano nell'ambito della mostra "MANOLO BLAHNÍK. The Art of Shoes", prima esposizione italiana dedicata al couturier nelle stanze della Pinacoteca e dell'appartamento Morando Attendolo Bolognini. Palazzo Morando| Costume Moda Immagine, sede deputata alla conservazione e valorizzazione del ricchissimo patrimonio di abiti e accessori antichi e moderni del Comune di Milano, ospita una selezione di 212 modelli e 80 disegni che ricostruiscono il percorso creativo e raccontano il talento dello stilista spagnolo, ma anche il legame profondo che lo collega al nostro paese. 

La mostra, visitabile fino al 9 aprile, costituisce un'occasione irripetibile per ammirare le migliori creazioni calzaturiere, vere e proprie opere d'arte che proprio in Italia, nell'hinterland milanese, prendono forma in aziende che ancora portano avanti una vocazione di tipo artigianale. Inoltre,  l'esposizione intende raccontare ed evocare la profonda influenza che l'arte e la cultura del Bel Paese hanno avuto, ed hanno ancora oggi, sullo stilista. Dalla scultura greco-romana al Barocco, dai  capolavori di Luchino Visconti (vedi "Il Gattopardo") ai coralli di Sicilia, architettura, arte,  letteratura, botanica e storia del costume rivivono, reinterpretate e corrette, nelle visionarie calzature di Blahník. Tuttora, e per un paio di settimane ogni stagione, il designer si reca nelle sue manifatture milanesi per dar vita personalmente a ogni collezione. Tutte le sue creazioni si basano su schizzi autografi che vengono tradotti in prototipi presso le fabbriche: ogni forma o tacco, destinati alle sue scarpe, vengono ulteriormente perfezionati passando per le mani del creativo.

Da un archivio privato, che conta oltre 30.000 modelli, la curatrice della mostra Cristina Carrillo de Albornoz ha estratto alcuni dei lavori più rappresentativi ed elaborato un percorso suddiviso in 6 sezioni. Eleganza, genio architettonico e uno stile inconfondibile rendono le scarpe di Manolo Blahník veri e propri capolavori di design contemporaneo, in una ricerca costante della bellezza che diventa leitmotiv nella carriera dello stilista che ha interpretato, come solo i grandi sanno fare, il gusto del presente senza tralasciare l'eredità del passato (basti pensare alla sua grande passione per il XVIII secolo). Come ha sottolineato la stessa curatrice, l'eccezionalità di Blahnik non sta solo nel recupero del tacco a spillo con le tecnologie più innovative del suo tempo, ma anche nello stile inconfondibile, caratterizzato da un'estrema leggerezza intesa come qualità poetica ed estetica, una leggerezza sinonimo di grazia e di fluidità. Giocosità, fascino sensuale, attenzione al dettaglio e al virtuosismo tecnico sono tutte caratteristiche presenti anche nell'arte Rococò, stile che ha fortemente ispirato il lavoro di Blahnik fin dai suoi primi giorni da designer. Questo senso di leggerezza si collega con l'Alta Moda di Christian Dior e Cristobal Balenciaga, i cui abiti posseggono una tridimensionalità architettonica pur sembrando totalmente privi di peso.

Oltre alle calzature di Blahník, ai disegni e alle immagini esclusive che lo ritraggono, nelle sale di Palazzo Morando è esposto un piccolo nucleo di scarpe provenienti dalla collezione delle Civiche Raccolte Storiche selezionato da Chiara Buss, storica del costume e del tessuto. Non tanto un confronto, quanto una sorta di controcanto dove i modelli antichi convivono con le creazioni di Manolo, impreziosendosi a vicenda e, al contempo, rendendo chiaro il percorso creativo che ha caratterizzato l'evoluzione della calzatura nel corso di cinque secoli, dal Cinquecento sino ai primi anni del Novecento. Per la mostra, promossa dal Comune di Milano Cultura, Direzione Musei Storici; prodotta e organizzata da Arthemisia Group in collaborazione con Manolo Blahník, è previsto un percorso itinerante che vedrà la sua tappa successiva presso il Museo dell'Hermitage di San Pietroburgo per concludersi, infine, al Bata Shoe Museum di Toronto nel 2018.

A Palazzo Morando la mostra su Manolo Blahnìk "THE ART OF SHOES"  dal 26 gennaio al 9 aprile 2017. Hanno partecipato alla presentazione di giovedì 26 gennaio lo stilista Manolo Blahnìk, Cristina Carillo de Albornoz, curatrice della mostra, Filippo Del Corno, Ass. Cultura Comune MI, e Claudio A. M. Salsi, Direttore area Soprintendenza Castello, Musei Storici del Comune MI.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
manolo blahník scarpemanolo blahník mostra milanomanolo blahník milano
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.