A- A+
Culture
Mostre da non perdere, Compagnoni e l'epica impresa del K2
Festeggiamenti dopo la conquista organizzata dalla comunità italiana in Pakistan.

Ci sono momenti storici che è bene poter ricordare. Fatti di cronaca, tramandati dalle generazioni coeve, che invece di frammentarsi riaccendono la consapevolezza di ciò che ci ha circondato. E' il caso della scalata del K2 che ha legato il nome di Achille Compagnoni e quello di Lino Lacedelli (arrivato insieme a lui in vetta) alla storia dell'alpinismo mondiale. La mostra "Achille Compagnoni. Oltre il K2", da oggi nella Sala Mostre del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano, è dedicata dunque sia al 60° anniversario della prima ascesa al K2, seconda cima più alta del mondo (8611 m), sia al centenario della nascita di Compagnoni.

La piccola ma interessante rassegna, grazie a foto, documenti, oggetti e video, narra la vita dell'"astronauta delle vette", come venne definito. Il racconto fotografico inizia a Sant'Antonio Valfurva, dove Compagnoni nasce nel 1924 e poi si sposta a Cervinia dove si trasferisce definitivamente nel 1946. Sono gli anni in cui lo sci è l'ambito in cui si distingue con notevoli risultati agonistici. Dal punto di vista alpinistico diventa centrale, oltre il Monte Rosa, il Cervino che Achille scalerà 106 volte nel corso della sua vita: un patrimonio di esperienze che lo porterà nell'epica spedizione del K2. Oltre alle immagini ecco gli stivali in pelo di renna, gli scarponi in opossum armati di ramponi, la tenda N.45 che condivise con Ubaldo Rey, la picozza che diede in vetta l'ultimo colpo.

Compagnoni parte per il Karakorum nell'aprile 1954 e dopo 70 giorni di vicissitudini lungo lo Sperone Abruzzi (o cresta sudest) del versante pakistano del K2, insieme a Lacedelli, pianta in vetta le bandierine dell'Italia, del Pakistan e della sua Valfurva. Proprio in vetta riporta il congelamento di alcune dita delle mani, che gli causa un lungo ricovero al rientro dalla spedizione. Infine c'è il diario nelle cui pagine Compagnoni descrive giorno dopo giorno la conquista faticosa della vetta. Il diario è oggi divenuto un catalogo estremamente interessante, tutto da leggere.

Simonetta M. Rodinò

"Achille Compagnoni. Oltre il K2"
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" - Via San Vittore 21, Milano
27 febbraio al 30 marzo 2014
Biglietti: intero € 10.00; ridotto € 7.00 (compreso ingresso al museo)
Orari: martedì - venerdì: 9.30 - 17.00; sabato e festivi: 9.30 - 18.30; chiuso il lunedì
Infoline: 02 48 555 1
Catalogo: Marsilio Editore
www.museoscienza.org

Tags:
mostrek2
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.