A- A+
Culture
Nel mondo arriva la generazione Z

L'hanno già chiamata Z generation. E' l'ultima generazione individuata dai sociologi. I suoi confini anagrafici sono incerti. Per gli studiosi più rigorosi è composta da chi è nato nel nuovo millennio, per altri e in particolare per la maggioranza dei media italiani, Corriere della Sera in testa, annovera anche tutti i teen agers, compresi quelli che nel 2015 hanno compiuto 19 anni. Ma se anagraficamente potrebbe avere una parziale sovrapposizione con la generazione precedente, quella dei “millenial”, detta anche Y generation, nata tra l'inizio degli anni 80 e la fine del secolo, in realtà ha caratteristiche che la rendono unica. Rispetto ai cuginetti maggiori, cresciuti nei grigi, ma ancora relativamente pacifici e ricchi anni Novanta, gli esponenti della Z generation sono i figli dell'11 settembre e della psicosi del terrorismo. Sono quindi meno autoindulgenti e più pragmatici. Per alcuni studiosi ricordano i loro nonni (o bisnonni) della Silent generation, nati tra le due guerre mondiali. Una generazione di tutto rispetto, visto che è stata la protagonista del boom economico degli anni Cinquanta. Naturalmente, i ragazzi della generazione Z sono caratterizzati dalla passione per tutto ciò che è digitale. E sono cresciuti con l'IPhone, plasmandosi sul suo linguaggio e sui nuovi stili di comportamento che da questo strumento derivano. 

Presto nel mondo del lavoro si troveranno a convivere ben quattro generazioni: gli ultimo baby boomers, nati tra gli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta, la X generation (venuta al mondo tra la metà degli anni Sessanta e l'inizio degli anni Ottanta), oltre appunto ai Millenial e alla Z generation.
Una recente ricerca promossa da Ricoh Europe e condotta da Coleman Parkes, che ha coinvolto oltre 3.300 persone appartenenti a tutte e quattro le generazioni e provenienti da 22 Paesi in Europa, Medio Oriente e Africa, aiuta a capire cosa succederà nelle imprese.

Le attese paiono confortanti: l'88%, degli intervistati, appartenenti a tutte e quattro le generazioni, ritiene che una popolazione aziendale eterogenea per età sia una risorsa importante per l’impresa. E se il 35% dei lavoratori più anziani teme che l'ingresso dell'ultima generazione possa portare a qualche tensione, vista la differenza culturale, la maggioranza del campione pensa che la Z generation aiuterà l'intero organico aziendale a padroneggiare le nuove tecnologie. «Come sta avvenendo con le opportunità offerte dalla digitalizzazione», aggiunge David Mills, ceo di Ricoh Europe, «l’arrivo della Generazione Z porta nelle imprese nuovi scenari. Attualmente solo il 7% delle PMI opera in mercati al di fuori della Unione europea: gli appartenenti alla Generazione Z che assumeranno ruoli manageriali si troveranno nella posizione ideale per guidare un’attività internazionale e garantire che la loro azienda sia in grado di competere in un mercato unico. Anche le grandi imprese ne beneficeranno. L’esperienza e il know-how professionale che la Z generation acquisirà in futuro, associati ad una formazione caratterizzata da connettività e interazione, saranno un elemento determinante per l’agilità delle imprese di maggiori dimensioni».
Cresciuti con WhatsApp e abituati a interagire in gruppi virtuali, i ragazzi della generazione Z porteranno anche una novità nel mondo del lavoro: la comunicazione face to face, amatissima dalle generazioni precedenti,  si ridimensionerà. Scenderà dal 77% delle preferenze dei baby boomers al 58% degli Z generation. Con la tendenza a perdere ulteriori consensi.

MILO GOJ

Tags:
generazione zwhattsapp
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.