A- A+
Culture
Premio Artisti per Frescobaldi: Sonia Kacem vince con “Les Grandes”

 

La giovane artista Svizzera Sonia Kacem, nata a Ginevra nel 1985, si è aggiudicata il Premio Artisti per Frescobaldi 2018, giunto quest’anno alla quarta edizione, con l’opera “Les Grandes”. La giuria del Premio,  composta da Hans-Ulrich Obrist (direttore della Serpentine Gallery di Londra), Elena Filipovic (direttrice della Kunsthalle di Basilea) e Andrea Viliani (direttore del Museo Madre di Napoli), ha decretato la vittoria nel corso dell’inaugurazione della mostra, davanti ad un parterre di collezionisti ed appassionati d’arte contemporanea, nella Sala Parnaso della Galleria di Arte Moderna di Milano (GAM). L'utilizzo di materiali naturali connessi alla terra, per la personale reinvenzione di tecnologie artigianali tradizionali, ha convinto la giuria di qualità, con il pieno assenso del curatore del premio Ludovico Pratesi e l’ideatrice Tiziana Frescobaldi a conferire il premio all’artista svizzera. Il punto di partenza della ricerca di Sonia Kacem è la memoria del corpo femminile presente nei drappeggi di stoffe e tessuti. Le opere in ceramica realizzate per il Premio Artisti per Frescobaldi riproducono drappeggi di tessuti intesi come raccoglitori di energie, che ricordano il dinamismo delle sculture futuriste di Umberto Boccioni, oltre che i Felt Works di Morris. Nell’opera di Kacem il riferimento alla Toscana è legato alla tradizione del vasellame, che dall’epoca medievale veniva realizzato con forme essenziali e terre dai colori naturali. Per l’etichetta l’artista ha scelto di raffigurare l’immagine della scultura in terracotta realizzata per il concorso. Le tre opere in competizione resteranno in mostra al pubblico, nella Sala Parnaso, fino al 4 novembre 2018, per poi essere allestite negli spazi appositi della Tenuta di CastelGiocondo e aggiungersi alla Collezione, visitabile su richiesta (www.artistiperfrescobaldi.it). Artisti per Frescobaldi è un Premio biennale d’Arte Contemporanea che si collega all’antico mecenatismo della famiglia Frescobaldi che fin dal Rinascimento è stata vicina ai più grandi artisti (Brunelleschi, Donatello, Artemisia Gentileschi e molti altri). La famiglia Frescobaldi produce vino in Toscana da oltre 700 anni ed è una delle principali aziende vitivinicole in Italia, con prodotti che si attestano nella fascia alta dei vini di pregio. L’azienda, che coniuga tradizione e innovazione, crede nel rispetto del territorio e nella valorizzazione delle uve dei propri vigneti, ed è conosciuta in tutto il mondo per i suoi vini. A ogni edizione del Premio, tre artisti sono invitati a interpretare la Tenuta di CastelGiocondo e a realizzare un’opera. La prima edizione italiana ha coinvolto Elisa Sighicelli, Giovanni Ozzola e Ra Di Martino, la seconda nel 2014 a Berlino ha visto protagonisti Michael Sailstorfer, Jorinde Voigt e Yuri Ancarani e nel 2016 ha raggiunto gli Stati Uniti con Eric Wesley, Matthew Brannon e Patrizio Di Massimo.  I tre artisti di questa edizione, dedicata alla Svizzera, hanno rappresentato il mondo del vino e le sue tradizioni in modo originale e differente. Se Claudia Comte ha interpretato la tradizione del modernismo in chiave contemporanea, Francesco Arena e Sonia Kacem si sono interrogati sulla relazione con la materia, con un linguaggio astratto ricco di suggestioni. “Sono molto grata agli artisti che hanno preso parte alla IV edizione, Francesco Arena, Claudia Comte, Sonia Kacem – ha dichiarato Tiziana Frescobaldi – Tutti e tre si sono impegnati molto per il Premio e hanno realizzato opere di grandissimo valore artistico ispirate a CastelGiocondo. Ringrazio la giuria per aver accettato l’incarico, difficile, di scegliere un vincitore”.   Francesco Arena ha realizzato per il Premio una lastra quadrata in bronzo bianco che mostra su due lati le frasi tratte dal testo Furore di John Steinback “how can we live without our lives?” e “How will we know it’s us without our past?”. Ogni lettera è riempita con frammenti dei raspi d’uva dell’ultima vendemmia a CastelGiocondo. Attraverso la sovrapposizione di letteratura e realtà, Arena porta a riflettere sul rapporto tra linguaggio e materia, attivando uno slittamento concettuale. Un tema presente anche nell’etichetta che l’artista pugliese ha disegnato per il CastelGiocondo Brunello 2013 Vendemmia Dedicata.  Claudia Comte ha invece realizzato il ciclo di tele Quarter circle Painting. Ispirandosi alla dimensione conviviale legata al consumo di vino durante i pasti, l’artista ha dipinto una serie di motivi grafici in nero su tele bianche circolari divise in quattro porzioni uguali, che vengono presentate a formare un rombo, dove sono visibili le tracce circolari lasciate dai bicchieri di vino rosso. I dipinti mettono in relazione la storia dell’arte con le funzioni quotidiane, attraverso l’inserimento di elementi di disturbo all’interno dell’opera. Per l’etichetta a forma conica Comte ha scelto un motivo “optical”dove compaiono i segni lasciati dal vino rosso.

 

Commenti
    Tags:
    tiziana
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    La nuova Peugeot 308 diventa premium

    La nuova Peugeot 308 diventa premium


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.