A- A+
Culture
Stephen Hawking, geniale esploratore di buchi neri: ecco l'erede di Einstein

Stephen Hawking, il geniale esploratore di buchi neri

Il fisico teorico britannico Stephen Hawking William e' stato una delle menti piu' brillanti di tutti i tempi, autore di molte delle scoperte dell'astrofisica moderna, a cominciare dalla nuova teoria di spazio-tempo e la radiazione dei buchi neri. Nato in una famiglia di intellettuali a Oxford, in Gran Bretagna, 8 gennaio 1942, nel 1959 aveva iniziato gli studi presso la celebre universita'. A Cambridge prese il dottorato in Fisica Teorica e Cosmologia.

Stephen Hawking e la lotta contro la SLA

Ma ad appena 21 anni, nel 1963, gli venne diagnosticato un tipo di sclerosi laterale amiotrofica (SLA), la malattia neurodegenerativa progressiva, che nel corso del tempo gli impedira' di muoversi e parlare, costringendolo su una sedia a rotelle e a utilizzare una sofisticata strumentazione elettronica per comunicare con gli altri. La malattia non fermo' mai gli studi e la ricerca tanto che nel 1980 accetto' la cattedra Lucasiana di Matematica Applicata e Fisica Teorica, la piu' importante di Cambridge, tenuta nel 1663 da Isaac Newton. E la vita continuo' ad accanirsi con lui: nel 1985 dopo una grave polmonite contratta in Svizzera, venne trasferito urgentemente nel Regno Unito, subi' una tracheotomia che gli salvo' la vita, ma rimase senza voce. E cosi' dal 2005 poteva comunicare solo muovendo un muscolo sotto l'occhio che innescava con un sintetizzatore vocale. Hawking ha lavorato tutta la sua vita a svelare le leggi che governano l'universo e, insieme al suo collega Roger Penrose, ha dimostrato che la teoria della relativita' di Albert Einstein implica che spazio e tempo devono avere un inizio, il "big bang", e una fine dentro i buchi neri. A meta' degli anni 1970 scopri' che la combinazione delle leggi della meccanica quantistica e della relativita' generale smentivano che i buchi neri erano completamente neri, emettono invece una radiazione, nota da allora come "radiazione di Hawking". Nel 2004, ha addirittura riconsiderato la sua teoria sui buchi neri, esponendone una nuova che mette in discussione il fatto che siano una sorta di pozzo senza fondo, come egli stesso aveva sostenuto.

 

Stephen Hawking l'erede di Einstein

Considerato l'erede di Einstein ha cercato di divulgare le teorie nella sua "Breve storia del tempo", pubblicata nel 1988 e divenuta un successo mondiale, con oltre 25 milioni di copie vendute. E proprio con questo spirito divulgativo, tra il 1993 e il 1996 ha lavorato nella serie televisiva della BBC, lo "Stephen Hawking Universe", in cui ha raccontato il suo best seller. Grande comunicatore, nel marzo 2008 ha pubblicato "La chiave segreta di George per l'universo", un libro per bambini scritto con la figlia Lucy; e ha 'giocato' in spettacoli come "Star Trek", "The Big Bang Theory" e "I Simpson", persino "cantato" con la sua voce sintetica al lato degli U2, i Pink Floyd e anche i Monty Python. Dotato di un grande senso dell'umorismo, Hawking ha voluto dimostrare che la disabilita' non e' una barriera insormontabile e ha dato sempre un costante esempio di energia e vitalita'. "Credo che la vita sulla Terra sia a rischio crescente di essere spazzati via da una catastrofe, il surriscaldamento globale, una guerra nucleare, un virus geneticamente modificato o di altri pericoli", aveva affermato. Piu' di recente, ha detto l'intelligenza artificiale potrebbe contribuire a sradicare malattia e poverta'. Sostenitore di un progetto del miliardario russo Yuri Milner per andare a esplorare con una sonda un altro sistema solare, come Alpha Centauri, Hawking ha sostenuto che proprio dallo spazio dipendera' il futuro dell'umanita', che non sopravvivera' altri mille anni senza andare "al di la' del nostro fragile pianeta. Nel 2016, pero' parlando in Vaticano sull'espansione dell'universo, ha detto che chiedersi "cio' che esisteva prima del Big Bang" non ha senso, perche' "e' come mettere in discussione cio' che si trova a sud del Polo Sud". Sposato a Jane Wilde nel 1965, da lei ha avuto tre figli: Robert, Lucy e Timothy. Nel 1990, ando' a vivere con la sua infermiera, Elaine Mason, con il quale si e' sposato nel 1995. Nel corso di questo secondo matrimonio sono anche affiorate accuse di violenza domestica contro di lui, che Hawking ha sempre negato. Nel 2014, il film, "La Teoria del Tutto" di James Marsh, realizzato sulla base di un libro scritto dalla sua prima moglie, ha perpetuato anche nel cinema il suo ricordo. 

 

Stephen Hawking e il monito sulla porta: "Guarda le stelle". Le frasi più celebre


Divulgatore straordinario, oltre che fisico geniale, Stephen Hawking ha lasciato alcune frasi che lo hanno reso celebre. A cominciare dal monito affisso sulla porta di ingresso del suo studio alla Cambridge University, dove aveva la cattedra che era stata di Isaac Newton: "Ricorda di guardare in alto alle stelle, e non ai tuoi piedi". Di seguito una selezione delle frasi piu' famose.

- Ricorda di guardare in alto alle stelle, e non ai tuoi piedi. Cerca di dare un senso a quello che vedi e chiediti quello che fa vivere l'universo. Sii curioso.

- Le mie aspettative si ridussero a zero quando avevo 21 anni. Tutto il resto da allora e' stato un 'bonus'.

- Sono sicuro che la mia disabilita' ha qualcosa a che fare con la mia celebrita'. La gente e' affascinata dal contrasto tra le mie capacita' fisiche molto limitate e la natura estremamente ampia dell'universo che studio.

- La vita sarebbe tragica se non fosse divertente.

- Le persone che si vantano del loro QI sono dei perdenti.

- Ho vissuto con la prospettiva di una morte prematura negli ultimi 49 anni. Non ho paura della morte, ma non ho fretta di morire. Ho cosi' tante cose da fare ancora...

- Il mio obiettivo e' semplice: una comprensione completa dell'universo, perche' e' cosi' com'e' e perche' esiste.

- Le forme primitive di intelligenza artificiale che abbiamo gia' sono state molto utili. Ma credo che lo sviluppo di un'intelligenza artificiale completa potrebbe mettere fine al genere umano .

- Siamo solo una razza avanzata di scimmie su un pianeta minore di una stella di media grandezza. Ma possiamo capire l'universo. E questo ci rende molto speciali.

- Credo che la spiegazione piu' semplice sia che non c'e' Dio. Nessuno ha creato l'universo e nessuno dirige il nostro destino. Questo mi porta a una profonda consapevolezza che probabilmente non ci sono ne' il cielo ne' l'aldila'. Abbiamo questa vita unica per apprezzare il grande disegno dell'universo e per questo, sono estremamente grato.

Stephen Hawking è morto. Simpson, Star Trek e The Big Bang Theory: le apparizioni di Hawking

Le apparizioni in tv di Stephen Hawking, dai Simpson a Star Trek E' morto all'eta' di 76 anni l'astrofisico piu' famoso al mondo, Stephen Hawking, l'ideatore della teoria del tutto.

Stephen Hawking è morto. Simpson, Star Trek e The Big Bang Theory - VIDEO

In questo video un tributo allo scienziato Stephen Hawking tramite le sue apparizioni tv. courtesy_ Simpson, The Big Bang Theory, Star Trek

Stephen Hawking è morto. Il cast di The Big Bang Theory ricorda Stephen Hawking

“In memoria di Stephen Hawking. È stato un onore averlo a The Big Bang Theory. Grazie per avere ispirato noi e il mondo”. Il cast di The Big Bang Theory ricorda Stephen Hawking, protagonista di alcune divertenti puntate nel corso della serie.

Stephen Hawking è morto - Il ricordo di Johnny Galecki, Leonard nella serie The Big Bang Theory

Johnny Galecki, Leonard nella serie The Big Bang Theory ricorda così Stephen Hawking: “Non solo il tuo genio, ma il tuo senso dell’umorismo mancherà a tutti”

Stephen Hawking è morto, aveva 76 anni

E' morto all'eta' di 76 anni lo scienziato britannico Stephen Hawking. Lo ha reso noto la famiglia. Al grande fisico erano stati dati appena due anni di vita quando nel aveva 21 per via della Sla (Sclerosi laterale amiotrofica).

Stephen Hawking è morto - La teoria del tutto di Stephen Hawking rivoluzionò la comprensione dell'universo

"E' stato un grande scienziato ed un uomo straordinario. La sua eredita' vivra' ancora per molti anni. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo essere brillante e al suo umorismo, hanno ispirato persone in tutto il mondo", hanno scritto Lucy, Robert e Tim, i figli di Hawking, in un comunicato, annunciando la scomparsa del padre. Hawking non e' stato solo un grande fisico, matematico, cosmologo e astrofisico. E' un'icona. La sua vita e la sua carriera hanno ispirato film per la tv e il cinema, compreso "La Teoria del tutto" diretto da James Marsh, adattamento della biografia scritta dalla ex moglie e madre dei suoi 3 figli Jane Wild Hawking. Lo scienziato era nato a Oxfort l'8 gennaio del 1942. E' noto soprattutto per i suoi studi sui buchi neri, sulla cosmologia quantistica e sull'origine dell'universo.

Tags:
stephen hawkingstephen hawking frasi celebristephen hawking buchi neristephen hawking chi erastephen hawking mortostephen hawking biografiastephen hawking scoperte
in evidenza
Pfas, contaminati gli alimenti della zona rossa del Veneto

Green

Pfas, contaminati gli alimenti della zona rossa del Veneto

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.