A- A+
Culture
Testimoni di Geova, dai soldi alle trasfusioni: il dibattito su Affaritaliani

Dopo la pubblicazione su Affaritaliani.it dell'articolo "Bibbia, 5 miliardi di copie nel mondo, con i Testimoni di Geova", si è aperto un interessante dibattito sul tema.
Una lettrice ci ha inviato le sue perplessità e l'autore ha deciso di risponderle

LA LETTERA

Ho letto con interesse questo articolo ma vorrei anche che scrivesse le conseguenze sociali che questa religione provoca agli adepti soprattutto quelli che decidono di uscire fuori. Inoltre ci sono tante altre religioni che fanno molto di più soprattutto dare bibbie in tutto il mondo soprattutto in nazioni pericolose.

Spero al più presto di leggere anche l'altra faccia della medaglia di questa religione

A.U.

LA REPLICA DELL'AUTORE

I Testimoni di Geova tra fatti e falsità

di Daniele Rosa

Politica e religione hanno sempre diviso le persone in tutte le latitudini. Si tende sempre a diventare ‘tifosi’ mentre invece dovremmo limitarci a vedere i fatti. Un approccio più equilibrato e meno epidermico.Premesso che nessuna religione è esente da limiti con difetti e criticità nel mio breve articolo mi sono limitato a trasferire i risultati di un sondaggio senza fare pubblicità ad alcuno.

Devo pero’ dire che nella mia esperienza diretta con i Testimoni ho potuto soltanto vedere gentilezza e voglia di aiutare. Certo un po’ di rigore sui principi lo avverti ma puoi benissimo scegliere quanto ti vuoi fare coinvolgere.Certo che la nostra società ha il senso del compromesso come suo punto di riferimento. Nella Bibbia è previsto ripetere l’errore ( siamo imperfetti) ma la parola compromesso o furbizia non fa parte dei messaggi del libro.

I Testimoni, a differenza di molte altre religioni , non interpretano nulla ma seguono in maniera ‘stretta’ ciò che dice la Bibbia.Pur seguendo rigidamente, le leggi del paese dove vivono, i Testimoni hanno un approccio un po’ distaccato su tutto ciò che riguarda, politica, business, spettacoli e pure su ciò che riguarda la loro immagine, il loro brand.

Nell’odierna società dell’immagine questo potrebbe essere considerato un limite. E loro pagano questo limite. Infatti la percezione del brand ‘Testimoni di Geova’ è avvolta da molte fake news.

Fra queste : il 'sono una setta', chiedono soldi,loro adunate sono a porte chiuse, se ne esci vieni cacciato.

Nessun Testimone ti chiederà di fare nulla o peggio di dare dei soldi per fare alcunché. Anzi molte volte se ti avvicini anche solo per curiosità e chiedi un libro della Bibbia, te lo regalano volentieri.In nessuna Sala del Tempio le porte sono chiuse, basta soltanto bussare come si farebbe in qualsiasi casa privata e le persone ti accolgono con gioia, ti stringono la mano con un sorriso e ti lasciano partecipare a tutto il loro momento di preghiera e studio.

Se decidi poi di lasciare, gli anziani cercano di aiutarti ma ,se proprio ne vuoi uscire, un saluto e un arrivederci.Certo cosi come succederebbe in qualsiasi altra realtà se non condividi uno stile di vita non puoi poi immaginare di condividere molte altre cose.

Ultimo e non ultimo le trasfusioni. Certo non sono permesse perché i dettami della Bibbia dicono che il sangue deve tornare alla terra ma questo è un obbligo morale ed ognuno è libero di decidere cosa fare della propria vita e di quella dei propri famigliari. E a memoria non ricordo molte persone morte perché obbligate dalla religione a non fare trasfusioni.

In conclusione si può’ solo dire che i Testimoni obbligano solo a far funzionare il libero arbitrio di ognuno, mentre in molti casi devono invece subire l’onta di notizie false e, in alcuni paesi, persino persecuzioni.

Riceviamo e pubblichiamo

Buongiorno volevo rispondere in merito a questo articolo da voi pubblicato

http://www.affaritaliani.it/culturaspettacoli/testimoni-di-geova-dai-soldi-alle-trasfusioni-il-dibattitto-su-affaritaliani-543825.html

e veramente deludente dire che abusi sessuali,minori che non avendo un battesimo debbano morire senza trasfusione di sangue per scelta dei Genitori è che la pratica dell'ostracismo cioè discriminazione sociale per chi esce dai Testimoni di Geova (parenti compresi)queste vengano considerate fake news dal vostro giornale in questo articolo.

Il 17 agosto 2015 avete scritto quest articolo

abusi sessuali in Australia scoperti più di 1000 casi

http://www.affaritaliani.it/cronache/testimoni-di-geova-scandalo-pedofilia-coperti-1106-casi-379563.html

anke questa è una fake news?

le persone che soffrono a causa di un culto abusante dove ci sono addirittura suicidi dovuti all'ostracismo

sono Testimonianze è non Fake news contesto l'articolo di Daniele Rosa non rispecchia la verità.Distinti Saluti.

Tags:
testimoni di geova
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.