A- A+
Culture
Uma Thurman, ecco il video choc dell'incidente sul set di Kill Bill

Quentin Tarantino ha ammesso gli errori commessi nell'ideazione della scena di "Kill Bill: Vol. 2" (2004). In una intervista al New York Times, Uma Thurman ha rivelato che il regista le chiese una scena senza controfigura per guidare un'auto poco affidabile a una determinata velocita' per far "svolazzare i capelli": il veicolo ando' a sbattere contro un albero e l'attrice rimase ferita. "Dissi a Uma Thurman che sarebbe andato tutto bene, che la strada era dritta e sicura. Ma non lo era. Ho sbagliato. Non l'ho costretta a salire in macchina, ma lei accetto' perche' si fidava ciecamente di me", ha ammesso il regista in una intervista a Deadline.

"E' uno dei piu' grandi rammarichi della mia vita, uno dei degli errori piu' orribili", ha aggiunto. Poche ore prima della diffusione dell'intervista a Tarantino, Thurman ha scritto un messaggio sul suo profilo Instagram, qaffermando che "Quentin Tarantino si e' profondamente pentito e continua a pentirsi per questo evento sfortunato". Nell'intervista rilasciata a Maureen Dowd, una delle firme del New York Times, in cui alla fine rivela anche di essere stata molestata da Harvei Weistein, l'attrice racconta l'inedito particolare di cui fornisce anche una prova video ( https://www.nytimes.com/2018/02/03/opinion/sunday/this-is-why-u ma-Thurman-is-angry.html ). Ossia che il regista, suo ex, l'unico nell'ambiente cui aveva raccontato dell'aggressione sessuale di Weinstein all'hotel Savoy di Londra nel 1994 - avrebbe tentato di ucciderla costringendola a farle girare quella scena pericolosa da cui usci' viva per miracolo.

Tarantino, racconta Thurman, era "furioso perche' gli stavo costando un sacco di tempo e mi promise che' l'auto era a posto' e mi convinse a girare la scena dicendomi di 'procedere a 64 km/h perche' solo a quella velocita' i tuoi capelli sventoleranno nel modo giusto, non sbagliare senno' girerai di nuovo la scenza fino a quando non andra' come voglio io'. Ma quella era una trappola mortale. Il sedile dell'auto non era correttamente incardinato al pianale. Era una strada sabbiosa e non dritta" come mi aveva detto". A quel punto, la scena fu girata con la telecamera montata dietro l'attrice (di cui si vede solo la nuca e per cui poteva essere usata senza problemi una controfigura) sul portabagagli della Karmann Ghia con la quale dopo una manciata di secondi fini' Thurman fuori strada, andando a sbattere violentemente contro una palma.

 

i post this clip to memorialize it’s full exposure in the nyt by Maureen Dowd. the circumstances of this event were negligent to the point of criminality. i do not believe though with malicious intent. Quentin Tarantino, was deeply regretful and remains remorseful about this sorry event, and gave me the footage years later so i could expose it and let it see the light of day, regardless of it most likely being an event for which justice will never be possible. he also did so with full knowledge it could cause him personal harm, and i am proud of him for doing the right thing and for his courage. THE COVER UP after the fact is UNFORGIVABLE. for this i hold Lawrence Bender, E. Bennett Walsh, and the notorious Harvey Weinstein solely responsible. they lied, destroyed evidence, and continue to lie about the permanent harm they caused and then chose to suppress. the cover up did have malicious intent, and shame on these three for all eternity. CAA never sent anyone to Mexico. i hope they look after other clients more respectfully if they in fact want to do the job for which they take money with any decency.

Un post condiviso da Uma Thurman (@ithurman) in data:

Tags:
uma thurmanuma thurman incidente kill billuma thurman kill bill incidenteuma thurman tarantino
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.