A- A+
Economia

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo politico sul meccanismo unico di sorveglianza bancaria da affidare alla Bce, che procede quindi verso la sua attuazione prevista per l'inizio dell'anno prossimo. Un tale meccanismo, è il commento della presidenza irlandese di turno al Consiglio, "e' il primo grande passo verso la realizzazione dell'Unione bancaria", e contribuisce "al ripristino della fiducia nel sistema bancario europeo e della stabilita' finanziaria in Europa". Si tratta inoltre della premessa necessaria perche' il Meccanismo di stabilita' europeo (Esm) possa ricapitalizzare direttamente gli istituti di credito.

L'accordo provvisorio raggiunto oggi prevede il rafforzamento della responsabilita' democratica e un ruolo accresciuto per il parlamento europeo nella nomina del presidente e del vicepresidente del consiglio di sorveglianza. L'accordo di oggi con il Parlamento conferma la posizione unanime dei 27, che l'avevano espressa nel Consiglio di dicembre, sull'equilibrio dei diritti fra i paesi che partecipano e quelli esclusi dal meccanismo. Ora l'accordo deve essere confermato da tutti gli Stati e ci potranno essere alcuni ritocchi tecnici finali prima dell'approvazione definitiva del testo .

Tags:
bceeuropaeurotower
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.