A- A+
Economia
Agenzia delle Entrate, decreto: 3° settore, attività diverse non oltre il 30%

Agenzia delle Entrate, arriva il decreto: per gli enti del terzo settore, le "attività diverse" non dovranno andare oltre il 30% delle entrate

Gli enti del terzo settore dovranno generare ricavi al di sotto del 30% delle entrate complessive dell’ente o del 66% dei relativi costi complessivi.

A stabilirlo è l'atteso decreto di attuazione di cui all'art. 6 del d.lgs 117/2017 che sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di lunedi 26 luglio.

Emanato dal Ministero del lavoro di concerto con quello dell'economia e delle finanze, il decreto sancisce che le attività secondarie potranno essere realizzate in qualsiasi ambito, purché i loro proventi siano finalizzati a supportare il perseguimento delle finalità istituzionali dell'ente in questione.

Le attività diverse, oltre ad essere secondarie e strumentali rispetto alle attività di interesse generale, dovranno essere previste nell'atto costitutivo o nello statuto.

Commenti
    Tags:
    agenzia delle entratedecretoterzo settoreattività diverse
    i più visti
    in evidenza
    Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

    Sport

    Paola Ferrari in gol, sulla barca
    "Niente filtri". Che bomba, foto


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot rinnova la gamma 508

    Peugeot rinnova la gamma 508

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.