A- A+
Economia
alitalia

Salva-Alitalia o salva-banche? I 95 milioni raccolti a febbraio dalla compagnia aerea dovevano servire per frenare l'emmorragia di capitale. Ma in cassa sono rimasti ben poco. Già il 31 marzo (cioè a poco più di un mese dall'emissione), quei mililioni erano già stati girati agli istituti creditori (Intesa, Unicredit, Popolare di Sondrio e Mps sono le più esposte). Tra gennaio e marzo, quindi, i debiti di Alitalia sono salita da 1,2 a 1,33 miliardi. E' invece calata l'esposizione bancari (da 377 a 273 milioni di euro).

L'emissione prevedeva una raccolta di circa 150 milioni, ma non tutti gli azionisti hanno aderito e l'incasso finale è stato di 95,68 milioni. Una cifra pari al calo dell'esposizione bancaria.

Tags:
bondalitaliabanche

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.