A- A+
Economia

di Paolo Fiore
twitter @paolofiore

Lo spread continua a infiammarsi. Il differenziale Btp-Bund viagga oltre i 250 punti. In attesa delle più importanti aste di giovedì, la tensione sui titoli italiani di Stato si è già fatta sentire sui Ctz, i cui tassi sono risaliti al top da giugno. Tutta colpa degli scricchiolii di governo? 

"I rumori di sottofondo della politica Italiana hanno sempre fatto parte del 'pacchetto' e anche questo ennesimo teatrino lo dimostra", afferma ad Affaritaliani.it Michael Hewson, Senior Market Analyst di CMC Markets. Le ragioni del nervosismo sono soprattuto altre: "I mercati stanno diventando più nervosi a causa dell'eventualità che il governo possa non farcela. Ma la pressione sui bond italiani sono probabilmente un sintomo della preoccupazione più generale circa l'escalation cui stiamo assistendo in Siria".

E se il governo dovesse cadere? Hewson va controcorrente e non sembra preoccupato dalle tensioni di questi giorni: "Benchè in un modo un po' bizzarro, nuove elezioni potrebbero in realtà rappresentare ciò di cui l'Italia ha veramente bisogno per liberarsi dall'attuale impasse politica, poichè nessuno davvero è disposto a credere che l'attuale governo riuscirà a implementare qualsivoglia riforma vista l'attuale precarietà".

Questo non vuol dire che la fine delle larghe intese non avrà effetti: "Il tempo ci dirà se abbiamo ragione, ma se il partito di Berlusconi dovesse ritirare il suo supporto e il governo cadesse, aspettiamoci un aumento della volatilità sui mercati europei e una fiammata di breve durata nell'allargamento degli spread". Le prospettive, però, non sarebbero negative: "Pur tuttavia, quando e qualora si dovesse formare un nuovo governo, sarebbe molto più incline a procedere con le riforme e pertanto gli effetti di lungo termine (benefici grazie alle riforme) potrebbero ben controbilanciare quelli negativi di breve termine".

 

 

Tags:
mercatiborsespreadnatixiscmc markets

in evidenza
Lo scivolone di Burioni su Twitter: "Si scrive valige, non valigie"

Il tweet del virologo fa discutere

Lo scivolone di Burioni su Twitter: "Si scrive valige, non valigie"


motori
Dacia, iniziata pa produzione del primo Jogger Hybrid 140

Dacia, iniziata pa produzione del primo Jogger Hybrid 140

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.