A- A+
Economia
Apple e Fiat, accuse dell'Ue: aiuti di Stato da Irlanda e Lussemburgo

Secondo la Commissione europea, gli accordi fiscali ottenuti da Apple in Irlanda potrebbero configurarsi come aiuti di Stato ed essere quindi contrari alle norme Ue sulla concorrenza. L'indagine annunciata lo scorso giugno su questo e altri casi ipotizza che gli accordi siglati a Dublino dalla societa' americana nel 1991 e nel 2007 avrebbero permesso risparmi fiscali per miliardi di dollari, avvantaggiando il gruppo rispetto ai concorrenti che non avevano tale possibilita'. Le ragioni tecniche che hanno portato ad aprire l'indagine, datate 11 giugno, sono state pubblicate oggi sul sito della DG concorrenza della Commissione ma ancora non si sa quando si conosceranno i risultati.

Fisco: Ue, dubbi su vantaggi trattamento Fiat in Lussemburgo - Bruxelles sospetta che l'accordo fiscale ottenuto dalla filiale lussemburghese del gruppo Fiat (Fiat Finance & Trade) possa configurarsi come un aiuto di stato e nuocere alla concorrenza. E' questo, in sintesi, il motivo per il quale la Commissione europea ha deciso, nel giugno scorso, di avviare un'indagine. Le ragioni di tale indagine, contenute in un documento molto tecnico di oltre 30 pagine, sono state pubblicate oggi sul sito della DG concorrenza, ancora guidata dal vicepresidente Joaquin Almunia. In particolare si fa riferimento a un accordo preliminare sui prezzi delle transazioni fra imprese associate che potrebbe consentire a un gruppo presente in vari paesi di avvantaggiarsi dei diversi trattamenti fiscali. La Commissione utilizza i criteri fissati dall'Ocse in questo specifico contesto come parametri per la sua indagine.

 

 

 

Tags:
apple. fiatfondi
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.