A- A+
Economia
Attacco hacker/ Cyber rapina modiale da 45 milioni. Assalto ai bancomat di 27 Paesi
Internet broadband

La truffa informatica, però, è stata scoperta dalla polizia grazie alle telecamere di sorveglianza e così negli Stati Uniti sono state arrestate sette persone con l'accusa di essere la cellula americana della banda che ha colpito 27 paesi in giro per il mondo: dal Giappone alla Russia, dalla Gran Bretagna al Canada.Non un furto con scasso alla Bonnie e Clyde né una rapina a mano armata con tanto di passamontagna. Ma la banda di ragazzi (età compresa tra i 22 e i 24 anni) che ha rubato 45 milioni di dollari dai bancomat di 27 Paesi è un'organizzazione criminale che si è servita di hacker specializzati. Un sofisticato attacco che è stato subito definito "il colpo del secolo".

In totale 36mila operazioni nel giro di 10 ore con un bottino record da 45 milioni di dollari, senza colpire nessun conto corrente, ma solo gli accantonamenti delle banche. Per gli hacker è stato un gioco da ragazzi: prima sono entrati nel database della banca, poi hanno cancellato i limiti ai prelievi delle carte prepagate e creato nuovi codici di accesso. Gli stessi che altri colleghi hanno poi caricato su una qualunque carta di plastica con una banda magnetica: un bancomat scaduto, una chiave d'albergo o la tessere fedeltà di un supermercato. 

Secondo gli investigatori, gli hacker non avrebbero colpito né conti correnti individuali, né aziendali. Si sarebbero "limitati" a prelevare i fondi tenuti dalle banche per caricare le carte di credito prepagate, sfruttando proprio la bassa protezione garantita dalle bande magnetiche sulla carte. Un modo così facile per trasformare un codice numerico in contanti che ai video degli sportelli attaccati non è passata inosservata la quantità di banconote che un ragazzo stava infilando nel proprio zainetto.


 

Tags:
45 milionibanchebancomat

in evidenza
Renzi-Open, ispettori a Firenze Bravo Nordio, il commento

Annalisa Chirico debutta su Affari - GUARDA IL VIDEO

Renzi-Open, ispettori a Firenze
Bravo Nordio, il commento


motori
Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.