A- A+
Economia
Bankitalia, Visco a Renzi: "Bene gli 80 euro. Ora riforme"

La via della ripresa economica "non sara' breve, ne' facile" e l'uscita dalla recessione appare "travagliata". Servono "azioni di sostegno alla crescita" in un quadro "chiaro, organico e coerente" di riforme che restituisca la fiducia nel futuro.Bene il Bonus Irpef da 80 euro varato dal Governo: rilancera' i consumi, anche se per trainarne il rilancio serve innanzitutto "un duraturo aumento dell'occupazione". Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, coglie l'occasione delle Considerazioni Finali all'assemblea dell'istituto per sottolineare che "la lunga recessione si e' arrestata alla fine dello scorso anno" ma che "una vera ripresa stenta ad avviarsi".

I numeri dimostrano nella loro crudezza quanto sia "pesante" il lascito della crisi iniziata nel 2008. In questo periodo e' sfumato un milione di posti di lavoro, la produzione industriale si e' ridotta di un quarto, le esportazioni sono tornate ai livelli del 2007, i consumi risultano ancora inferiori dell'8% e gli investimenti addirittura del 26%. L'incertezza della ripresa, spiega Visco, "e' insita nella transizione, rapida, verso un mondo molto diverso, piu' mobile e aperto, dove la tutela dei deboli deve coniugarsi con l'offerta di opportunita' per i giovani". Non bisogna, insomma, perpetrare gli errori del recente passato, quando "la risposta alla fase acuta della crisi e' stata notevole, ma i risultati hanno sofferto per la frammentarieta' degli interventi, per l'incompleta attuazione di molte misure introdotte".

Ora, insiste Visco, occorre cambiare passo: "La visibilita' di un disegno coerente rassicurera' i cittadini, rafforzera' quella fiducia nel futuro senza di cui ogni progresso e' impossibile". Scendendo nel concreto, il 'leitmotiv' delle Considerazioni finali di Visco e' il rilancio degli investimenti: "Aumenti di produttivita' e crescita dell'occupazione sono conciliabili se si riprende la domanda interna. La chiave e' l'aumento degli investimenti fissi, che sono la cerniera tra domanda e offerta". Inoltre, nel quadro delle riforme da attuare, le piu' urgenti sono "la tutela della legalita' e l'efficienza della pubblica amministrazione. Corruzione, criminalita', evasione fiscale, oltre a minare alla radice la convivenza civile, distorcono il comportamento degli attori economici e i prezzi di mercato, riducono l'efficienza dell'azione pubblica, inaspriscono il livello della tassazione per coloro che adempiono ai propri doveri, comprimono gli investimenti produttivi e la generazione di nuove occasioni di lavoro".

Mentre "il buon funzionamento della pubblica amministrazione migliora l'operare dei mercati e la concorrenza, riduce i costi delle imprese, si riflette favorevolmente sulla qualita' e sul costo dei servizi pubblici e, per questa via, sul carico fiscale. Da esso - conclude Visco - dipende l'efficacia delle riforme".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bankitaliaignazio visco
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.