A- A+
Economia
Cina, Baretta (Economia): il quadro internazionale si complica


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Il quadro economico internazionale si complica con questa decisione" delle autorità cinesi. Pier Paolo Baretta, sottosegretario all'Economia, intervistato da Affaritaliani.it, commenta le possibili ripercussioni della tripla svalutazioni dello yuan. "Non credo che questa decisione di Pechino avrà ripercussioni immediate, e comunque noi abbiamo una buona tenuta delle esportazioni. Il carico principale, ovviamente, è sull'export, ma la preoccupazione vera sono le conseguenze che potranno mettersi in moto sul piano internazionale". Ovvero? "Una instabilità generale delle monete e quindi che reazioni potranno esserci in altre parti del mondo, Giappone e Stati Uniti in testa. L'Europa, invece, è evidente che fa fatica ad avere una politica comune". Il timore è che anche il dollaro possa svalutarsi contro l'euro mettendo a rischio la nostra ripresa? "Non correrei così avanti. Per il momento si tratta di capire come reagiranno le Borse, le economie internazionali e soprattutto i governi. E' evidente che anche questa mossa dimostra che c'è bisogno di un livello di cooperazione più alto". Appunto, serve quindi più integrazione europea e magari il ministro delle Finanze Ue? "Al di là della soluzione tecnico-diplomatica, sicuramente ci vuole una politica economica europea. Non si può stare a bagnomaria. O si torna si torna indietro, come molti sostengono, alle economie nazionali, e io lo considero un limite gravissimo, oppure si va avanti verso una zona fiscale europea e una capacità di politica espansiva e comunitaria più forte. In questo senso la nostra linea, che è quella di chiedere nuove regole, è assolutamente pertinente". Infine Baretta nega qualsiasi conseguenza sullo spread e sul debito pubblico italiano.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
barettaeconomiacinayuan
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.