A- A+
Economia

Un nuovo metodo di scambi e cooperazione per evitare incomprensioni in settori cruciali come la finanza, l’industria pesante come la cantieristica, le politiche migratorie. Sono i tre capisaldi del Trattato del Quirinale, che potrebbe essere già illustrato al prossimo vertice di Napoli tra Italia e Francia.

Il Trattato, scrive Milano Finanza, cui sta lavorando in gran segreto Franco Bassanini, data la sua grande esperienza di rapporti con le più alte gerarchie politiche e finanziarie d’Oltralpe, rappresenta un colpo per il governo Conte, che vuole seppellire per sempre le tensioni del 2018 all’epoca dell’esecutivo gialloverde.

Quando si arrivò al richiamo in patria dell’ambasciatore transalpino a Roma, ma indubbiamente costituisce anche un rafforzamento della politica egemonica dell’Eliseo, anche alla luce della Brexit. Se tutto dovesse andare a buon fine, la Francia si troverebbe infatti ad aver firmato accordi fondamentali con gli altri due paesi fondatori dell’Unione al contempo suoi concorrenti economici. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    quirinalecooperazionetrattato
    i più visti
    in evidenza
    E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

    Corporate - Il giornale delle imprese

    E-Distribuzione celebra Dante
    Il Paradiso sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

    Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.