A- A+
Economia
Bce, Lagarde tira dritto e alza i tassi d'interesse di 50 punti

La Bce alza i tassi e non fornisce indicazioni su eventuali futuri rialzi 

La presidente della Banca Centrale europe Christine Lagarde tira dritto. Nonostante le richieste dei mercati, alla luce dei problemi degli ultimi giorni nel settore bancario, il consiglio direttivo della Bce ha deciso (come anticipato nella riunione di gennaio) di innalzare di 50 punti base i tre tassi di interesse di riferimento.

Una mossa dettata dalla considerazione che "l’inflazione dovrebbe rimanere troppo elevata per un periodo di tempo troppo prolungato".

Ma la Bce questa volta non fornisce indicazioni sugli eventuali rialzi futuri ribadendo come "l’elevato livello di incertezza accresce l’importanza di un approccio fondato sui dati per le decisioni del Consiglio direttivo sui tassi di riferimento, che saranno determinate dalle sue valutazioni sulle prospettive di inflazione alla luce dei nuovi dati economici e finanziari, dalla dinamica dell’inflazione di fondo e dall’intensità di trasmissione della politica monetaria".

Bce: per l'Eurozona riviste le stime 2023, Pil +1% e inflazione al 5,3%

Nella riunione del Consiglio Direttivo sono state presentate le nuove proiezioni macroeconomiche degli esperti della BCE che per l'inflazione vedono un dato rivisto al ribasso soprattutto per effetto del minore contributo delle quotazioni energetiche: ora l'Eurotower stima una inflazione in media al 5,3% nel 2023, al 2,9% nel 2024 e al 2,1% nel 2025. Anche se, si precisa,  le pressioni di fondo sui prezzi restano intense.

Anche "le proiezioni per la crescita nel 2023 sono state corrette al rialzo nello scenario di base, collocandosi in media all’1,0% per effetto sia del calo delle quotazioni energetiche sia della maggiore tenuta dell’economia al difficile contesto internazionale. Gli esperti della BCE si attendono poi che la crescita aumenti ancora all’1,6% sia nel 2024 sia nel 2025, sostenuta dal vigore del mercato del lavoro, dal miglioramento del clima di fiducia e dalla ripresa dei redditi reali".

Si tratta per il dato 2024 e 2025 di una crescita "inferiore rispetto alle proiezioni di dicembre, di riflesso alla politica monetaria più restrittiva".

Le proiezioni tuttavia, sono state "ultimate agli inizi di marzo, prima delle recenti tensioni emerse nei mercati finanziari", tensioni che "comportano pertanto ulteriore incertezza riguardo alle valutazioni dello scenario di base per l’inflazione e la crescita. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bcelagarde





in evidenza
Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

La classifica comscore

Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)


motori
Fiat nuova Pandina: verrà prodotta fino al 2027 a Pomigliano

Fiat nuova Pandina: verrà prodotta fino al 2027 a Pomigliano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.