A- A+
Economia

Brilla la bilancia commerciale italiana ad aprile. Il saldo commerciale è positivo (+1,9 miliardi), in forte miglioramento rispetto al 2012 (-0,3 miliardi). L'avanzo commerciale è il risultato di un surplus sia con i Paesi extra Ue (+1,5 miliardi) sia con quelli Ue (+0,4 miliardi). Al netto dell'energia, il saldo mensile è attivo per 6,5 miliardi. Lo comunica l'Istat. Rispetto al mese precedente, ad aprile 2013 si registra una diminuzione per l'import (-0,9%) e un andamento stazionario per l'export (+0,0%).

La stabilita' delle esportazioni e' la sintesi di un aumento delle vendite verso i paesi Ue (+0,5%) e di una diminuzione verso i paesi extra Ue (-0,7%). I beni di consumo non durevoli sono l'unica tipologia di beni in crescita (+2,2%). La diminuzione congiunturale dell'import e' piu' accentuata per gli acquisti dai paesi Ue (-1,4%) rispetto ai mercati extra Ue (-0,3%). In forte flessione risultano gli acquisti di beni strumentali (-6,3%). Rispetto allo stesso mese del 2012, si registra un aumento per le esportazioni (+4,4%), dovuto ad una crescita del 3,1% verso l'area Ue e del 6,1% verso l'area extra-Ue. La flessione delle importazioni (-2,6%) e' la sintesi di un'accentuata diminuzione dai paesi extra Ue (-10,3%) e di un aumento dai paesi Ue (+4,5%). Ad aprile l'aumento tendenziale dell'export e' particolarmente accentuato verso Belgio (+30,2%), paesi Mercosur (+21,9%) e paesi Asean (+19,1%). Rilevante e' l'aumento delle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+29,2%), di articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (+13,4%) e di prodotti alimentari, bevande e tabacco (+12,6%).

Sono in forte diminuzione le importazioni da paesi OPEC (-34,0%), Stati Uniti (-16,0%), e Svizzera (-7,9%). In forte contrazione gli acquisti di prodotti dell'estrazione di minerali da cave e miniere, esclusi petrolio e gas (-31,9%), gas naturale (-26,4%) e prodotti petroliferi raffinati (-12,2%). L'aumento delle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici verso il Belgio, metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti, verso i paesi OPEC e gli Stati Uniti spiegano quasi un terzo dell'aumento tendenziale dell'export. Ad aprile scorso, prosegue l'Istat, rispetto al mese precedente, la stazionarieta' dell'export (+0,0%) e' la sintesi della diminuzione di tutti i principali raggruppamenti di prodotti e dell'aumento dei beni di consumo non durevoli (+2,2%). La contrazione congiunturale delle importazioni (-0,9%) e' piu' ampia per i beni strumentali (-6,3%) rispetto ai prodotti intermedi (-0,9%). L'aumento tendenziale delle esportazioni nel mese di aprile (+4,4%) e' particolarmente accentuato per i beni di consumo non durevoli (+15,5%) e durevoli (+5,9%). La diminuzione tendenziale dell'import (-2,6%) e' determinata dalla forte contrazione degli acquisti di prodotti energetici (-17,2%) e, in misura minore, dai beni di consumo durevoli (-3,6%) Ad aprile scorso si registra un avanzo commerciale di 1,9 miliardi, in forte miglioramento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (-0,3 miliardi). L'avanzo della bilancia non energetica e' pari a +6,5 miliardi di euro. Nel mese di aprile scorso l'aumento tendenziale delle esportazioni ha riguardato, in modo particolare, le vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+29,2%), di articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (+13,4%) e di prodotti alimentari, bevande e tabacco (+12,6%). Si registra una significativa diminuzione per le vendite di mezzi di trasporto, esclusi autoveicoli (-10,8%) e di prodotti petroliferi raffinati (-9,0%).

Tags:
commerciomade in italybilancia commercialeexport
i più visti
in evidenza
Meteo, un vero colpo di scena Torna l'anticiclone delle Azzorre

Un evento storico...

Meteo, un vero colpo di scena
Torna l'anticiclone delle Azzorre


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo e Jeep protagoniste “International Motor Days” Beach Edition

Alfa Romeo e Jeep protagoniste “International Motor Days” Beach Edition

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.