A- A+
Economia
Luxottica, il bottino di Guerra . Divorzio da 120 milioni con Del Vecchio

Davvero niente male per uno che doveva diventare uno dei ministri di punta di un governo di sinistra. Andrea Guerra, manager vicino a Matteo Renzi arruolato più volte dal premier per gli happening della Leopolda e amministratore delegato plenipotenziario di Luxottica in uscita, alla fine della sua avventura decennale alla guida del colosso mondiale dell'occhialeria potrebbe portarsi a casa ben 120 milioni di euro. Un record assoluto per Piazza Affari.

Certo, per il momento si tratta soltanto della stima di un valore che, in questo momento, è oggetto delle trattative tra il manager milanese e Leonardo Del Vecchio, fondatore e azionista di maggioranza di Luxottica e che dovrà passare al vaglio del Cda e del comitato remunerazione del gruppo di Agordo. Ma, numeri alla mano, tra stipendio maturato fino alla scadenza del mandato (4,49 milioni di euro circa), 9 milioni di liquidazione (due annualità in caso di interruzione del rapporto di lavoro senza giusta causa), 89 milioni netti dall'esercizio delle stock option guadagnati durante il suo incarico, patto di non concorrenza e alcuni diritti sulle azioni gratuite non ancora maturati, la cifra dovrebbe aggirarsi intorno a quanto stimato dal mercato.

Non che la paccata di milioni il manager non se li sia guadagnati: in questi dieci anni (Guerra è arrivato ad Agordo dopo aver guidato la Merloni) grazie a un'aggressiva strategia di crescita per linee esterne, Luxottica è diventato il leader mondiale dell'occhialeria. Un colosso da 7,3 miliardi di fatturato e 544 milioni di utili (nel 2013) e che dà lavoro a ben 73.400 dipendenti. Risultati che hanno proiettato Andrea Guerra nel gotha dei manager d'oro che tutto il mondo invidia all'Italia. Oltre che a posti di rilievo nelle compagine governative di turno, il nome di Guerra è spuntato fuori più volte anche per guidare i colossi bancari del nostro Paese, a dimostrazione della grande versatilità del dirigente d'azienda. E anche l'andamento del titolo a Piazza Affari testimonia il feeling che il Ceo aveva costruito con gli investitori:  da martedi' scorso, da quando cioè sono iniziati a circolare i primi rumors sull'uscita di Guerra, il titolo Luxottica ha ceduto quasi il 6% (oggi fa meno 2%).  

Radioborsa riporta che il divorzio con il patron Leonardo Del Vecchio sarebbe maturato per contrasti sul business, sulle strategie future e su una gestione del potere troppo accentrata e personalistica. Da Agordo minimizzano e le indiscrezioni parlano di un fisiologico ricambio, una nuova fase per cui il fondatore avrebbe disegnato una struttura di vertice aziendale che prevede una triade: al vertice il presidente Del Vecchio, con più deleghe per gestire il difficile passaggio, affiancato dal vice Luigi Francavilla, manager di lunga data di Luxottica e dal direttore finanziario Enrico Cavatorta destinato a raccogliere le deleghe ad interim di Guerra e che dovrebbe diventare il responsabile della direzione corporate e finanza, anche se la società darà mandato a Egon Zhender per avviare una selezione formale dei manager post-Guerra.

Intanto, tra gli analisti permane un certo ottimismo circa la nuova Luxottica. In due report diffusi oggi, Mediobanca e Deutsche Bank confermano le proprie valutazioni sul titolo, rispettivamente outperform con target price a 49 euro e buy con prezzo obiettivo a 46,5 euro. L'istituto tedesco, in uno studio dedicato al lusso, sottolinea che Luxottica resta un'azienda chiave del settore nonostante le speculazioni sull'addio del Ceo grazie all'esposizione sul dollaro e alla leadership indiscussa nel suo settore.

Secondo il mercato l'addio di Guerra è imminente: dopo la nota emessa da Luxottica nei giorni scorsi su pressione della Consob, in cui il gruppo ha alzato il velo sulla profonda dialettica tra proprietà e management, il Cda straordinario per ufficializzare la rescissione del contratto potrebbe esser convocato ai primi di settembre. Immediatamente dal ritorno delle ferie.

Tags:
borsadel vecchioguerra
Loading...
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Pirelli presenta il P Zero DHE per la nuova Ferrari 488 GT modificata

Pirelli presenta il P Zero DHE per la nuova Ferrari 488 GT modificata


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.