A- A+
Economia

 

hollande merkel 500

 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL REPORT INTEGRALE DEL CREDIT SUISSE

Cipro,  Italia e Slovenia. I focolai di crisi si moltiplicano in Europa, ma l'euro avrà vita lunga. A rassicurare gli investitori sono gli analisti finanziari del Credit Suisse  in un report su Eurolandia di cui Affaritaliani.it ha preso visione.

"Quale sarà l'impatto duraturo della crisi in Eurolandia?", si chiedono gli esperti della seconda banca elvetica. "Fino all'anno scorso - spiegano - molti ritenevano che avrebbe portato a un generale disfacimento dell'euro. Ciò ora appare improbabile per via della rete di sicurezza creata dalla Bce, degli interventi in aree chiave come la ricapitalizzazione e la regolamentazione nel settore bancario, e di un reale aggiustamento economico nei Paesi periferici".

Secondo l'istituto rossocrociato, è venuto meno il modello dell'"unione dei trasferimenti" con dei pagamenti da parte della Germania e di altri Paesi forti per evitare l'uscita di quelli più deboli e Berlino, sotto Angela Merkel, "sta assumendo un maggiore ruolo di leadership, spingendo lentamente Eurolandia verso il suo modello di controllo di bilancio e monetario, ed evidenziando una maggiore distanza dalla Francia a fronte dell'ampliamento del gap economico tra i due Paesi".

"Un secondo aspetto - proseguono gli esperti - è che il vantaggio di Eurolandia per i Paesi più deboli ora sembra risiedere meno nei trasferimenti di bilancio e più nei benefici di lungo termine della disciplina economica, anche se ciò comporta dei profondi sacrifici nel breve termine. E, per quanto riguarda, il terzo aspetto: finora si sono evitate tensioni sociali su larga scala, nonostante i tassi di disoccupazione molto elevati in alcuni Paesi. Lo scontento si è manifestato con il sostegno politico ai partiti non tradizionali invece che ricorrendo a una diffusa violenza nelle strade".

"Dobbiamo essere prudenti - concludono dal Credit Suisse - perché, anche se la disoccupazione smetterà di crescere nei prossimi uno-due anni, rimarrà elevata per un periodo prolungato di tempo, e così potrebbero ancora emergere delle tensioni. In ogni caso una conclusione provvisoria è che il modello europeo di reti di sicurezza sociale a sostegno delle persone più vulnerabili, posto che venga finanziato con una disciplina di bilancio, possa rappresentare un punto di forza e non un elemento di debolezza, come suggerito da molti critici".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
borse
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.