A- A+
Economia
Borse europee giù. Vola l'euro: ai massimi da due anni sul dollaro

Le borse europee chiudono negative e si appesantiscono dopo la minaccia di Gazprom di bloccare le forniture di gas all'Ucraina come nel 2009, quando il taglio ha avuto serie ripercussioni anche sul'Europa. Wall Street, partita bene dopo il dato positivo sull'occupazione Usa, ha perso terreno, con il Nasdaq in territorio negativo. Nel Vecchio Continente la maglia nera spetta a Francoforte che perde il 2,01% dopo che il Dax e' sceso sotto la soglia dei 9.500 punti, terminando a quota 9.350,75. Londra cede l'1,12% a 6.712,67 punti. A Milano l'indice Ftse Mib arretra dello 0,98% a 20.634,21 punti. Parigi cede l'1,15% a 4.366,42 punti e Madrid l'1,36%.

Piazza Affari si e' allineata agli altri mercati europei, dopo gli ultimi sviluppi politici sul caso Crimea segnati dagli interventi dei presidenti Obama e Putin, con vendite prudenziali dettate dai timori per una nuova escalation della crisi nel weekend. Ha avuto invece un effetto solo limitato il dato positivo degli occupati negli Stati Uniti, saliti oltre le attese nel mese di febbraio.

L'euro supera quota 1,39 dollari e tocca un massimo da due anni e mezzo a 1,3915 dollari. Poi declina, dopo il dato positivo sul mercato del lavoro Usa e chiude a 1,3864 dollari. L'impennata odierna e' legata all'accelerazione dei rimborsi dei prestiti 'Ltro' concessi dalla Bce alle banche europee. I mercati prendono atto che la Bce non intende adottare politiche di stimolo dell'economia e non intende far niente per frenare la crescita dell'euro.

Tags:
borsemercati

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.