A- A+
Economia
Brasile, la borsa vola. Effetto mondiali? Non solo

I Mondiali 2014 sono sempre più vicini e la Borsa brasiliana ritrova slancio. Dopo un primo trimestre da dimenticare (-12%), alla fine di marzo gli indici hanno cambiato radicalmente direzione. Con un balzo del 18% in due mesi la piazza di San Paolo ha sorpreso i mercati, piuttosto pessimisti sulla situazione del Paese. Con un pesante deficit nella bilancia delle partite correnti dei pagamenti, infatti, il Brasile è stato tra i più colpiti dalla crisi degli emergenti, assieme a India e Turchia.

Effetto World Cup? I gestori non ne sono troppo convinti. In un Paese vasto come il Brasile, l'impatto economico dei lavori per le nuove infrastrutture risulta modesto. E anche i 600.000 turisti attesi non sono una rivoluzione per un Paese che conta 200 milioni di abitanti", ha spiegato William De Vijlder , vice presidente di BNP Paribas IP.

Alcuni economisti hanno anche lanciato l'allarme per un possibile calo della produzione nel caso in cui  i brasiliani smettano di lavorare  per guardare le partite o festeggino troppo a lungo le vittorie. "Ma si faranno anche un sacco di ore di straordinario, quindi l'impatto dovrebbe essere limitato ", tranquillizza Joaquim Levy, ex segretario del Tesoro e presidente del Bradesco Asset Management, società di gestione brasiliana.

L'euforia per la Coppa del Mondo in effetti non regna incontrastata in tutto il Paese.  Per quanto riguarda i mercati, gli investitori hanno avuto tutto il tempo per identificare le società che possono beneficiare dei Mondiali. "L'industria delle bevande, quella alberghiera, quella dei televisori, dei lettori DVD... ", cita alla rinfusa Joaquim Levy. "Tuttavia le compagnie aeree non faranno ottimi affari: è vero che arriveranno molti turisti, ma i clienti business eviteranno il Paese durante il torneo e si tratta del target più redditizio ", spiega.

Il motivo del rinnovato ottimismo della piazza di San Paolo va cercato altrove: alla fine di marzo i sondaggi hanno sorpreso rivelando che l'attuale presidente, Dilma Rousseff, potrebbe perdere le elezioni a novembre. "E il Paese ha bisogno di riforme, i mercati lo sanno da oltre un anno ", dice Eric Mookerjee, partner di Gefip .

Il Brasile ha quasi piena occupazione ma sta crescendo poco (probabilmente solo l'1,8 % nel 2014), poi c'è un'alta inflazione (oltre il 6 %) e tassi d'interesse molto elevati. "E' necessario liberalizzare i prezzi dell'energia elettrica e del petrolio e ridurre i deficit. Tali aggiustamenti, necessariamente dolorosi, non possono essere fatti prima di un evento come la Coppa del Mondo e poco prima delle elezioni ", spiega ancora Eric Mookerjee . "I mercati si rallegrano pertanto per un possibile cambiamento politico e festeggiare già ciò che potrebbe accadere dopo la Coppa del Mondo. Se l'attuale presidente va via sarà un bene per l'economia brasiliana", dice Mark Mobius, guru dei mercati emergenti a Franklin Templeton .

Ma in Brasile non tutti gli osservatori sono d'accordo. "La volatilità del mercato è principalmente legato alle variazioni di politica monetaria della banca centrale degli Stati Uniti ", è il parere  di Joaquim Levy . "Ma il tasso di cambio reale è diminuito e può aiutare le aziende esportatrici", conclude.

Tags:
brasileborsamondiali
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.