A- A+
Economia
Bulgari chiude la vertenza con il Fisco: versati 30 milioni di euro

I Bulgari chiudono la vertenza con l'Erario. A confermarlo è la stessa maison del lusso in una nota in cui spiega di aver "deciso di chiudere la controversia con il versamento di 28 milioni di imposte più interessi e sanzioni per un totale di circa 42 milioni, evitando così un lungo ed oneroso contenzioso su una questione interpretativa obiettivamente incerta''.

L'accordo consente alla griffe ex-made in Italy di pagare circa 30 milioni di euro di tasse inevase a fronte di sequestri,  che hanno riguardato anche la storica sede romana in via dei Condotti, per raggiungevano i 55 milioni di euro.

Insomma, uno sconto di quasi il 50% che l'azienda del lusso è riuscita ad ottenere grazie al meccanismo dell'accertamento per adesione: la società Bulgari ha praticamente ammesso al fisco le proprie responsabilità, accettando si pagare subito una parte dei soldi che gli venivano imputati ottenendo però una riduzione sostanziale su quanto accertato dalle indagini delle forze dell'ordine.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bulgarifisco
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.