A- A+
Economia
Burberry ringrazia ancora trench e sciarpe: su le vendite semestrali

Sono sempre loro: trench e sciarpe salvano il secondo semestre dell'anno fiscale di Burberry. Il colosso inglese del lusso ha infatti archiviato i sei mesi (al 31 marzo 2015) con ricavi in crescita del 9% a 1,42 miliardi di sterline (circa 2 miliardi di euro). A +13% i ricavi retail che hanno toccato quota 1,05 miliardi (1,45 miliardi di euro).

La maison mantiene però un outlook cauto per il nuovo anno finanziario 2015/16, dopo aver registrato vendite deboli in Asia, tradizionale mercato di crescita del marchio. Burberry si aspetta "una crescita bassa a una cifra" delle vendite al dettaglio nel 2015/16, mentre le vendite nei grandi magazzini dovrebbero rimanere sostanzialmente invariate nel primo semestre a cambi costanti.

"Continueremo quest'anno ad affrontare le sfide legate all'ambiente esterno, ma siamo fiduciosi nella nostra strategia a lungo termine e la nostra capacita' di promuovere il marchio Burberry a livello internazionale", ha assicurato l'a.d. e direttore creativo Christopher Bailey.

A livello geografico le vendite nelle Americhe sono salite del 15%, mentre l'area EMEIA (Europa, Middle East, India e Africa) e l'Asia-Pacifico hanno registrato, rispettivamente, un +12 e +4%. Scendono dell'1% le vendite wholesale, che ammontano a 331 milioni di sterline (460 milioni di euro).

"Nonostante il contesto incerto - ha aggiunto Bailey - i consumatori hanno risposto all'innovazione di prodotto, soprattutto per quanto riguarda i capi dell'heritage del marchio come i trench coat e le sciarpe".

Tags:
burberrylussomodafashionchristopher bailey
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.