A- A+
Economia
Fiat-Chrysler, la sede si decide il 29 gennaio

Una certezza: Marchionne sarà al timone di Fiat-Chrysler almeno fino al 2017. Il resto è da decidere: nuova sede e quotazione in borsa.  

Entrambe le questioni saranno discusse nel prossimo Cda, fissato il 29 gennaio. Lo ha detto l'amministratore delegato del gruppo a margine del salone dell'auto di Detroit. "Le questioni di forma e organizzative - ha affermato - saranno discusse il 29 gennaio nel consiglio Fiat dove le alternative saranno analizzate".

L'investitura del manager italo-canadese è arrivata da John Elkan: "I vertici saranno sicuramente composti da Sergio Marchionne come amministratore delegato e da me come presidente". La data di scadenza è fissata con il compimento del piano triennale. Poi, dopo il 2017, "il futuro resta aperto", anche se il successore "dovrebbe uscire dall'azienda, li stiamo facendo crescere appositamente". E non è detto che sarà italiano. Aperto è anche il capitolo quotazione. Una mossa, ha affermato Marchionne "tecnicamente possibile entro l'anno e tecnicamente impossibile nei primi 6 mesi del 2014".

In ogni caso, il prezzo strapapto a Veba eviterà un aumento di capitale. Più appropriata l'opzione di un prestito convertendo. quanto agli investimenti nel nostro Paese, "le Alfa saranno prodotte solo in Italia" e saranno implementate dalla tecnologia Ferrari.

Tags:
fiatcdamarchionne
i più visti
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."


casa, immobiliare
motori
Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.