A- A+
Economia
Unipol-Sai, sospetti sulla fusione. Consob, il voto di Vegas fu decisivo

I sospetti sulla fusione tra Unipol e FonSai sono sempre più densi. Nell'inchiesta del pm di Milano, Luigi Orsi, sull'operazione di fusione che ha dato vita al colosso delle assicurazioni. Sono indagati l’amministratore delegato di Unipol ed ex di Fondiaria, Carlo Cimbri; l’ex ad di Premafin Finanziaria, Roberto Giay, oggi direttore general di Unipol; l’ex presidente del cda di Milano Assicurazioni, Fabio Cerchiai; e l’ex presidente del cda di Unipol Assicurazioni, Vanes Galanti. L’ipotesi di reato è aggiotaggio nel progetto di fusione.

In due comunicati stampa e in due documenti informativi inoltrati al Nis di Borsa Italiana. Unipol reagisce lamentando i contraccolpi dell’indagine (-7,3% Unipol e -3,3% UnipolSai, ma ieri sono rimbalzate del 3,3% e del 3,6%), e replica che la fusione "si è perfezionata lo scorso 6 gennaio dopo un iter durato circa 2 anni, nel corso dei quali sono state ottenute tutte le autorizzazioni da parte delle Autorità di Vigilanza competenti". Inoltre auspica che "in tempi brevi" emerga "l’assoluta correttezza del Gruppo Unipol", al quale "in 2 anni non è mai pervenuta dall’Autorità giudiziaria alcuna richiesta di informazioni o chiarimenti sulla fusione".

Intanto si riflette sul fatto che Consob diede il via libera solo grazie a Vegas. Il voto del presidente infatti portò alla decisione di non chiedere ulteriori correzioni a Unipol sul suo portafoglio di titoli strutturati.

Tags:
cimbriindaginiunipol
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.