A- A+
Economia

 

bandiera europa 500

Un tempo le crisi, fossero a carattere privato, aziendale o statale, si risolvevano anche vendendo i "gioielli di famiglia", ossia cedendo asset privati e pubblici al miglior offerente. Ma col prolungarsi della crisi banco-sovrana europea, sempre più sinistramente simile alla doppia "decade perduta" giapponese, la voglia di tentare altre strade se non proprio scorciatoia inizia a farsi palpabile e sta portando una nutrita schiera di paesi del vecchio continente a "svendere" direttamente la propria cittadinanza, dando così modo a privati cittadini (lavoratori o pensionati, risparmiatori o imprenditori che siano) di divenire a tutti gli effetti cittadini europei.

Di "residency bond" si era iniziato a parlare a ottobre dello scorso anno quando in Ungheria il partito del premier Orban ha depositato una proposta di legge, approvata il mese scorso, in base alla quale gli investitori esteri (Budapest strizza l'occhio in particolare a russi, cinesi, vietnamiti ed arabi) che sottoscriverano titoli di stato quinquennali per un valore di almeno 250.000 euro si garantiranno un permesso di soggiorno permanente in Ungheria con procedura agevolata (sei mesi per l'ottenimento del permesso, invece dei consueti 3 anni necessari con la procedura ordinaria).

Poi è stata la volta della Bulgaria: Sofia a fine dicembre scorso ha varato a sua volta una norma che prevede per chi investa almeno 509 mila euro in titoli di stato del paese, o acquisti un immobile per almeno 305 mila euro (ma è allo studio la possibilità di tagliare la soglia minima a 250 mila euro nel caso di investimenti in industrie, infrastrutture, trasporto o turismo), la concessione della cittadinanza bulgara, che pare piacere molto ai russi e ai cittadini degli altri stati baltici non ancora membri dell'Unione europea. Pure la Macedonia ha allo studio una proposta analoga, che prevede come condizioni per ottenere la cittadinanza un investimento minimo che dovrebbe essere di 400 mila euro destinato a creare almeno dieci posti di lavoro, mentre l'Albania (che la legge l'ha già varata) ha deciso di concedere uno "sconto": bastano 147 mila euro e gli stranieri verso i quali il paese "nutra interessi economici, scientifici o culturali" possono essere "naturalizzati" albanesi.

Tags:
cittadinanzaspagnaungheria

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.