A- A+
Economia
Colosso cinese lancia sviluppo per PMI italiane

Si è tenuta a Milano la presentazione delle strategia di sviluppo internazionale di Jihua Group, quotato alla borsa di Shangai e controllato al 66,3% da Xinxing Cathay International Group, società cinese a controllo statale.

All’incontro stampa sono intervenuti Liu Mingzhong Chairman of Board XinXing Cathay International, Li Xuechen General Manager Jihua Group e Luca Bastagli Ferrari Jihua Park – Ceo Arcoretail.

Mr Liu ha presentato le linee guida della strategia di riposizionamento e internazionalizzazione delle attività del Gruppo che punta, attraverso la propria controllata Jihua Group, ad affermarsi quale player internazionale nel mercato consumer.
Per raggiungere tale obiettivo il Gruppo si è dotato di competenze tecnologiche, di processo e manageriali e ha individuato nell’Italia il Paese in cui collocare il proprio hub di ricerca e sviluppo e design.

L’Italia infatti garantisce un know how di assoluta eccellenza derivante da affinati e consolidati processi produttivi e una lunga tradizione manifatturiera in grado di esprimere prodotti di alta qualità.

In Italia è quindi stato aperto il Jihua International Center, a Tavernerio (CO), ed è stato acquisito il controllo di alcune aziende del settore del tessile italiano quali Majocchi e Concerie del Chienti.

Dalla collaborazione con le aziende italiane è peraltro già nato un brand italo cinese, JH1912, che verrà distribuito in oltre 600 punti vendita in Cina, in 20 nel resto del mondo e che ha aperto il primo flagship store estero proprio in Italia, a Milano.

La strategia del Gruppo prevede quindi che la catena del valore del business parta dall’Italia, cuore dell’R&D e del design, passi per la produzione in Cina per arrivare sui mercati di tutto il mondo.

Poiché la collaborazione con l’Italia riveste un’importanza fondamentale, è stata inoltre definita, in collaborazione con ICD Italy China Developement, una innovativa piattaforma di partnership con il Gruppo Jihua. L’obiettivo è di offrire anche alle aziende medio piccole del Made in Italy un’opportunità unica per essere presenti a costi contenuti su tutto il mercato cinese al fianco di una delle principali aziende statali.

“I nostri progetti di partnership si inseriscono nel solco delle tradizionali buone relazioni tra i nostri due paesi, sia da un punto di vista storico - culturale sia, sempre di più, da un punto di vista industriale – ha affermato il presidene Liu che ha aggiunto – In Italia siamo conviti che ci siano molte opportunità di collaborazione che se percorse e sviluppate permetteranno a tutte le parti coinvolte di crescere e di essere sempre più competitivi sui mercati internazionali”.

La piattaforma di partnership si inserisce nell’ambito di uno dei progetti chiave avviati dal Gruppo, la realizzazione in Cina di un network innovativo di Destination Center, i Jihua Park, 35 nuove mete turistiche con aree dedicate allo sport e al divertimento, fashion village, aree wellness, ristoranti e hotel. Nei Jihua Park la componente sportiva ricoprirà un ruolo importante soprattutto nella sua declinazione indoor: sci, volo verticale, arrampicata libera e surf sono solo alcune delle attività che sarà possibile praticare a costi competitivi e in totale sicurezza.

I Jihua Park rappresentano un format innovativo di ampio respiro e di forte impatto socio economico per la Cina, nonché una grande opportunità per le PMI italiane che intravedono nel mercato cinese un’occasione di business ma che allo stesso tempo mirano a contenere i costi dell’investimento.

Infatti, ben il 40% dei negozi dei Destination Center potrà ospitare marchi italiani ed europei non ancora presenti in Cina grazie a una piattaforma di servizi studiata ad hoc da Jihua
La piattaforma di partnership è totalmente personalizzabile e non prevede vincoli di esclusiva: ogni azienda potrà decidere quante aperture effettuare e in quali location e di quali servizi usufruire.

Grazie alla piattaforma, con un investimento medio pari a circa 1/5 di quanto sarebbe necessario per sbarcare autonomamente in Cina, anche le PMI italiane – brand del fashion, food, design e in generale del made in italy - potranno quindi presidiare un mercato complesso come quello cinese affidando a Jihua servizi essenziali.

Jihua metterà infatti a disposizione delle aziende partner un team dedicato che fornirà assistenza in tutte le fasi del business, dalla selezione della merce e definizione del prezzo alla ricerca e gestione del personale. Nel dettaglio, Jihua si potrà occupare di tutti gli aspetti legali e amministrativi del punto vendita e potrà curare la pianificazione e gestione delle attività di importazione e logistica. Jihua condividerà le sue licenze di vendita al dettaglio e di importazione e fornirà supporto per la registrazione del marchio in Cina. Jihua offrirà inoltre la possibilità di effettuare ricerche di mercato specifiche per cliente e prodotto.

E’ infine previsto lo sviluppo di una piattaforma di e-commerce dedicata al network e che verrà messo a disposizione delle aziende aderenti.

“Aderendo alla piattaforma, le aziende italiane potranno partecipare a un progetto rilevante per le autorità nazionali cinesi e che interesserà tutte le principali province del Paese ad alto tasso di crescita demografica ed economica.” Ha dichiarato Luca Bastagli Ferrari, CEO Arcoretail. “Jihua Park rappresenta un’opportunità unica e concreta per sbarcare su tutto il territorio cinese secondo una modalità protetta, al fianco di un partner statale, ma in modo flessibile, senza vincoli di esclusiva e con ampia autonomia di personalizzazione della strategia di business e della gestione”.

Tags:
cina-commercio-internazionalizzazione-pmi
i più visti
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.