A- A+
Economia
Contratti a termine, proroghe massime ridotte da 8 a 5

La commissione Lavoro della Camera ha approvato un emendamento del Pd, a prima firma del capogruppo Maria Luisa Gnecchi, che riduce il numero massimo ammesso di rinnovi dei contratti a termine nei 36 mesi dagli otto proposti dal governo a 5.

Lo ha riferito il relatore al testo, Carlo Dell’Aringa, promotore di altre modifiche deliberate dalla Commissione Lavoro tra cui quella che introduce l’obbligo di assunzione a tempo indeterminato per i datori di lavoro che stipulano contratti a termine superando il tetto del 20%.

La Commissione dovrebbe licenziare il testo in giornata, che passa all’esame dell’aula da venerdì. Il voto è atteso dopo Pasqua, probabilmente con il voto di fiducia, "anche se manca l’annuncio ufficiale", riferisce l’ex sottosegretario al Welfare.

Un altro emendamento al decreto legge Lavoro, presentato sempre da dell’Aringa e approvato prevede che le mamme con contratti a tempo determinato potranno conteggiare il periodo di congedo di maternità, ai fini dei requisiti necessari per acquisire il diritto di precedenza, per le assunzioni a tempo indeterminato. La proposta di modifica stabilisce che il congedo di maternità "concorre a determinare il periodo di attività lavorativa utile a conseguire il diritto di precedenza" nel caso di assunzione a tempo indeterminato, da parte dell’azienda.

Alle stesse lavoratrici e’ anche riconosciuto il diritto di precedenza anche nelle assunzioni a tempo determinato effettuate dal datore di lavoro entro i successivi 12 mesi, "con riferimento alle mansioni gia’ espletate in esecuzione dei precedenti rapporti a termine". L’emendamento stabilisce inoltre che il datore di lavoro "e’ tenuto a informare il lavoratore del diritto di precedenza» attraverso "comunicazione scritta da consegnare al momento dell’assunzione».

Tags:
contratti a terminelavororinnovo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.