A- A+
Economia
Corneliani passa ad Investcorp. Il lusso italiano agli arabi

La famiglia Corneliani ha raggiunto un accordo per la cessione della maggioranza dell'azienda con Investcorp. L'annuncio ufficiale è arrivato stamattina all'Hotel Magna Pars di Milano dove si è tenuta la conferenza stampa. Investcorp, global provider e manager di prodotti alternativi di investimento, acquisirà una partecipazione di maggioranza dell'azienda italiana leader nella moda maschile di lusso con un'operazione dal valore di 100 milioni di dollari. Il fondo internazionale del Bahrain ha un portafoglio ricchissimo e una lunga esperienza nel settore del fashion e del lusso (Gucci, Tiffany, Georg Jensen, Dainese).   

A svelare il futuro dell'azienda è stato innanzitutto Carlalberto Corneliani, fondatore (nel 1958 insieme al fratello Claudio), presidente e amministratore delegato della Corneliani spa, di cui a 84 anni lascia la guida. "E' stata la grande amante della mia vita - ha detto Carlalberto Corneliani -. Ora abbiamo voluto porre le basi per un ulteriore sviluppo della società  Confido che la scelta sia la più corretta possibile, per far crescere l'azienda e mantenere i posti di lavoro". Con lui escono dall'azionariato anche Maurizio e Sergio Corneliani, mentre restano Corrado, Cristiano e Stefano Corneliani. 

Oggi il brand mantovano della moda maschile di lusso conta circa 1100 dipendenti e realizza abiti venduti in 68 paesi in oltre 980 negozi, tra cui Harrods, Saks Fifth Avenue e Bloomingdale. Lo scorso anno il fatturato è stato di circa 110 milioni di euro. 

"Il nostro piano è agire come catalizzatore per far crescere il business a livello internazionale. Puntiamo a raddoppiare il giro d'affari in cinque o sei anni", ha spiegato Hazem Ben-Gacem, direttore del comparto di investimento europeo alla Investcorp. Obiettivo primario il Nord America, ma anche Medio Oriente e Far East. Investcorp è entrata nel capitale con un investimento cash e non ha escluso negli anni il collocamento in Borsa.

"Il made in Italy continuerà a essere l'essenza di Corneliani - ha aggiunto Corrado Corneliani -. Non ridurremo la capacità produttiva di Mantova. per sviluppi futuri vedremo, si può crescere anche in unità diverse, ma non andremo a destrutturare lo stabilimento mantovano". 

Maria Carla Rota
@MariaCarlaRota

Tags:
corneliani investcorp bank bsccorneliani maggioranza arabi investorcorp
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.