A- A+
Economia
inps
 

Prima l'allarme (poi rientrato) del presidente Inps Mastrapasqua. Adesso un altro sos, quello lanciato dalla Corte dei Conti. I giudici contabili definiscono "indilazionabili" alcune "misure di risanamento" dell'istituto. Serve "una attenta e responsabile riflessione sulla perdurante criticità dell'invalidità civile, che ha ampiamente confermato l'improrogabilità di un intervento legislativo volto a completare il trasferimento delle competenze dell'intero procedimento in capo all'Inps, nella constatata inefficacia delle scelte procedurali".

La Corte conferma "l'esigenza di un costante monitoraggio degli effetti delle riforme del lavoro e della previdenza obbligatoria sulla spesa pensionistica e di una crescente attenzione al profilo dell'adeguatezza delle prestazioni collegate al metodo contributivo e degli eccessivi divari nei trattamenti connessi a quello retributivo".

Carta e spedizioni costano 23 mln
Ecco tutti gli sprechi dell'Inps

PAGANO I PRECARI- "Il report mette in evidenza che "al contenimento della gravosa perdita economica totale concorre tuttavia il massiccio saldo positivo di esercizio dei 'parasubordinati' e quello delle prestazioni temporanee, i cui netti patrimoniali consentono ancora la copertura di quelli negativi delle altre principali gestioni e il mantenimento di un attivo nel bilancio generale, esposto peraltro a rapido azzeramento'. Marcato aumento delle prestazioni non bilanciato dal flusso dei contributi.

 

DI SEGUITO, TUTTI I CAMBIAMENTI, NEL DETTAGLIO SULLE PENSIONI

Tags:
corte dei contiinpspensioni

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.