A- A+
Economia
cipro 500 1

Un dejavù. Già, la crisi di Cipro è proprio un dejavù. Ricordate quando a fine 2009 la terribile crisi dei mutui subprime cominciava finalmente ad allentare la presa, i bilanci delle banche americane ed europee piano piano a riprendersi, le Borse a rifiatare, gli interrogativi sulla cosiddetta double-dip (ritorno in recessione) a trovare risposta, gli asset di quella che fu Lehman Brothers venduti con successo con uno spezzatino e quasi ritrovata la serenità i mercati tornarono a tremare per il crack finanziario da 69 miliardi di dollari di Dubai, rigettando nuovamente gli operatori nell'incertezza?

Oggi, gli affanni del sistema bancario di Cipro e lo spettro del prelievo forzoso dai conti degli abitanti di Nicosia che rischiano di riaccendere la crisi del debito europeo è un po' frustrante come allora. Al netto delle incertezze politiche e dei narcisismi di Beppe Grillo in Italia, l'Europa stava infatti tornando a guardare con una certa fiducia al futuro della moneta unica. Ma ora si torna a parlare di rischio contagio e di debolezza del Vecchio Continente quando stava per tornare definitivamente il sereno. Quando finirà questa sindrome del gambero?

Tags:
crisieuropacipro

in evidenza
"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari


casa, immobiliare
motori
Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.