A- A+
Economia
Debito, in arrivo la lettera Ue. Ipotesi multa da 3,5 miliardi
Foto: LaPresse

Tegola per il governo Conte. Dovrebbe arrivare entro il fine settimana (si presume venerdì) la lettera della Commissione Ue all'Italia (assieme anche altri Paesi, tra cui il Belgio) che chiede chiarimenti sui "fattori rilevanti" che hanno portato all'aumento del debito. L’Italia, secondo quanto riferisce l’Ansa, sarà messa in guardia dal rischio di sforamento dei conti già per il 2018, come indicato anche nelle ultime previsioni economiche. La risposta italiana sarà presa in considerazione nel rapporto sul debito che la Commissione Ue sta preparando.

Bruxelles dovrebbe chiedere al governo italiano come giustifica il mancato taglio del debito l'anno scorso in aperta violazione del patto di stabilità. In particolare vuole conoscere formalmente il punto di vista del Governo sui "fattori rilevanti" che la giustificherebbero. 

Dopodiché la Commissione deciderà se tali fattori (tra cui bassa crescita e bassa inflazione) esistono effettivamente e possono evitare all'Italia l'apertura di una procedura per violazione della regola del debito anche se secondo gli addetti ai lavori è improbabile che Bruxelles la apra essendo ormai in scadenza. Al termine della procedura, secondo Bloomberg, potrebbe scattare una sanzione al nostro Paese da 3,5 miliardi di euro.

Intanto, dall'attuale esecutivo però esser però richiesta una correzione in corso dei conti pubblici. La vera partita sulle finanze pubbliche del nostro Paese però si giocherà in autunno quando l'Italia dovrà preparare la prossima legge di Bilancio garantire nel 2020 una manovra di molto superiore a 30 miliardi per sostituire l'aumento dell'Iva e il taglio del deficit strutturale di oltre 10 miliardi di euro. 

"Risulta in arrivo un lettera della Commissione europea sull'economia" italiana, ha commentato il segretario della Lega e vicepremier, Matteo Salvini, parlando del risultato delle elezioni europee. "Non ho voglia di sfidare nessuno, non sto a impiccarmi a un parametro, sono numeri che non mi appassionano. Aspettiamo questa lettera, se sarà fatta alla vecchia maniera e dice tagliate, tagliate e tagliate, no" ha aggiunto Salvini, riferendosi al 3% nel rapporto deficit/Pil, osservando che in Europa "sicuramente cambiano gli equilibri, c'è voglia di futuro, di cambiamento e di dignità". 

Commenti
    Tags:
    lettera deficit commissione europeacorrezione debito
    i più visti
    in evidenza
    Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

    Sport

    Paola Ferrari in gol, sulla barca
    "Niente filtri". Che bomba, foto


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot rinnova la gamma 508

    Peugeot rinnova la gamma 508

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.