A- A+
Economia
Jobs Act, Draghi: "Non credo ci saranno massicci licenziamenti"

"Nessun licenziamento di massa". Il presidente della Bce Mario Draghi corre a dar man forte al governo italiano nell'acceso dinamico sul Jobs Act.  "L’Italia - ha detto il presidente della Bce - è da anni in recessione e la disoccupazione è già elevata e le aziende che volevano licenziare lo hanno già fatto". "La disoccupazione è un incentivo per i governi ad agire", aggiunge il presidente della Bce intervenendo al Brookings Institute.

 "La crescita è troppo bassa per ridurre la disoccupazione, non possiamo ritardare le riforme strutturali" ha aggiunto Draghi. "Non vedo un'uscita dalla crisi a meno che non ci sia fiducia nel futuro potenziale delle nostre economie". In questo senso i paesi che non hanno spazio di manovra fiscale, possono comunque stimolare la domanda "modificando la composizione del bilancio, in particolare tagliando allo stesso tempo le tasse distorsive e le spese improduttive". Draghi lancia poi un monito ai governi dell'Eurozona: "Chi non riforma sparirà". In Europa c'è bisogno di investimenti nel digitale e nell'istruzione, più che investimenti infrastrutturali.

Tags:
draghijobs act

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.