A- A+
Economia
Ecco la nuova banconota da 20 euro: "Impossibile falsificarla"
 

Arriva la nuova banconota da 20 euro, sarà in circolazione dal 25 novembre 2015. Il biglietto reca un'innovativa caratteristica di sicurezza: la "finestra con ritratto" integrata nell'ologramma. Guardando la banconota in controluce, la finestra rivela in trasparenza, su entrambi i lati del biglietto, il ritratto della figura mitologica di Europa. Inoltre, come i tagli da 5 e da 10 euro della seconda serie, la nuova banconota da 20 euro include un "numero verde smeraldo" e il ritratto di Europa e' apposto anche nella filigrana.

A presentarla, presso la sede della Bce, e' stato il presidente dell'Eurotower, Mario Draghi, secondo cui "la finestra con ritratto costituisce un'autentica innovazione nel settore della tecnologia delle banconote, frutto del lavoro svolto dall'Eurosistema affinche' i biglietti in euro restino difficili da falsificare. Questo traguardo", ha sottolineato Draghi, "rafforzera' la fiducia riposta nelle banconote dai 338 milioni di cittadini che le utilizzano in tutta l'area dell'euro". Il nuovo biglietto da 20 euro e' il terzo taglio della serie "Europa", che sostituisce con gradualita' la prima serie di banconote in euro, introdotta nel 2002. I biglietti da 5 e da 10 euro della seconda serie sono stati emessi rispettivamente nel maggio 2013 e nel settembre 2014.

Alla banconota da 20 euro presentata oggi seguiranno, nel tempo, i nuovi biglietti da 50, 100, 200 e 500 euro. Il taglio da 20 euro, uno dei piu' utilizzati della scala delle banconote in euro, viene ampiamente erogato attraverso gli Atm ed e' accettato da numerosi distributori automatici ed emettitrici di biglietti; inoltre, i commercianti al dettaglio ne verificano spesso l'autenticita' al momento dell'incasso, servendosi di piccoli dispositivi di controllo. Per agevolare i preparativi in vista dell'introduzione del nuovo biglietto, la Bce e le banche centrali nazionali dell'Eurosistema hanno dispensato informazioni ai produttori di apparecchiature per il trattamento delle banconote e agli altri soggetti interessati, oltre ad aver fornito loro anticipatamente alcuni esemplari del nuovo biglietto per lo svolgimento di test e la predisposizione dei necessari adeguamenti. E' stato inoltre varato un Programma di partnership, sul modello dell'iniziativa condotta nel 2013 per la nuova banconota da 10 euro con il coinvolgimento di oltre 300 operatori in tutta Europa: grazie alle ulteriori indicazioni comunicate nel quadro del programma, sara' piu' semplice per i produttori assicurare che i dispositivi di controllo dell'autenticita' e le apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote in uso nell'intera area dell'euro siano adattati entro il 25 novembre, quando il nuovo biglietto iniziera' a circolare.

Draghi, nuova banconota ricorda che integrazione e' in corso - L'introduzione di una nuova banconota "serve a ricordare" che l'integrazione europea "e' un processo in divenire". Lo ha dichiarato il presidente della Bce, Mario Draghi, presentando la nuova banconota da venti euro. "Le banconote che usiamo tutti i giorni sono i simboli piu' tangibili dell'integrazione europea", ha affermato Draghi, "l'introduzione di una nuova banconota serve a ricordare che questa integrazione e' un processo in divenire: le banconote in euro toccano la vita di tutti noi e, pertanto, ci rendono tutti piu' vicini". Draghi ha poi ricordato come, con 17,5 miliardi di biglietti in circolazione, lo scorso dicembre il valore complessivo delle banconote in euro abbia superato per la prima volta un totale di mille miliardi di euro.

Tags:
20 eurodraghibanconote25 novembre
i più visti
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.