A- A+
Economia

 

 

empire state building

La societa' che controlla l'Empire State Building di New York, uno dei grattacieli piu' famosi del mondo, ha fissato il prezzo dell'Ipo a 13 dollari, sul livello piu' basso della forchetta iniziale tra 13 e 15 dollari. A questo prezzo ha incassato 925 milioni di dollari, con la vendita di 71,5 milioni di titoli.

I rappresentanti legali della famiglia Malkin, i principali azionisti del grattacielo, hanno deciso quest'anno di portare in borsa i 102 piani dell'Empire State Building, insieme ad altre 17 priprieta' immobiliari, tutte riunite in un 'Reit' o trust chiamato Empire State Realty Trust, o "Esb".

L'operazione non e' stata facile e il piano Reit e' stato approvato dall'80% degli investitori. I Malkin, secondo la Sec, valutano l'Esb 2,33 miliardi di dollari, debiti inclusi, mentre il valore dell'Empire State Building da solo e' di oltre 2,5 miliardi di dollari, che salgono a 3,2 miliardi di dollari al prezzo di 13 dollari ad azione. Il grattacielo newyorkese comincia ad avere una certa eta', essendo stato costruito nel 1931, nel bel mezzo della Grande Depressione. Per anni, e' stato il piu' alto grattacielo del mondo, superato,nel 1972, dal World Trade Center's North Tower, una delle Torri gemelle abbattute dai terroristi nel 2011. Nel 1933 l'Empire State Building e' finito sul grande schermo, con un famoso film su King Kong, mentre nel 1957 Cary Grant e Deborah Kerr girarono "Un Amore splendido", tutto incentrato su un mancato appuntamento in cima all'Empire.

Tags:
empire state buildingwall street

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.