A- A+
Economia
Enel batte le attese: Ebitda su del 7% e indebitamento giù a 39,9 mld

Nel 2013 Enel ha registrato un Ebitda di 17 miliardi di euro, in aumento del 7,6% rispetto ai 15,8 miliardi del 2012 e ricavi pari a 80,5 miliardi in diminuzione del 5,2% rispetto agli 84,9 miliardi dell'anno scorso. Lo rende noto la societa' al termine del Cda che ha esaminato i risultati consolidati preliminari dell'esercizio 2013. L'indebitamento finanziario netto scende a 39,9 miliardi di euro, in calo del 7% rispetto ai 42,9 miliardi del 31 dicembre 2012.

"Gli obiettivi annunciati al mercato per il 2013 sono stati conseguiti e, nel caso dell'indebitamento finanziario netto superati, nonostante il persistere di un quadro macroeconomico e regolatorio negativo in Italia e Spagna", ha commentato l'ad e dg  Fulvio Conti. "Le azioni manageriali finalizzate al contenimento dei costi e all'ottimizzazione degli investimenti, nonche' la crescita del Gruppo soprattutto nei mercati emergenti e nelle fonti rinnovabili, sono alla base dei risultati del 2013 e continueranno a dispiegare i loro effetti positivi nel 2014", ha aggiunto. (

Tornando ai conti, la societa' spiega che il calo dei ricavi e' dovuto essenzialmente alla riduzione dei ricavi da vendita di energia elettrica, solo parzialmente compensati da maggiori ricavi da trasporto di energia elettrica e da vendita di combustibili. I ricavi del 2013 includono la rilevazione della plusvalenza (pari a circa 1 miliardo di euro) relativa alla cessione della societa' Arctic Russia (e indirettamente della quota da essa detenuta in SeverEnergia, societa' operante nell'estrazione di gas naturale in Russia), avvenuta nel quarto trimestre 2013. Riguardo all'Ebitda 2013 la societa' precisa che "include la sopracitata plusvalenza relativa alla cessione di Arctic Russia, mentre l'Ebitda del 2012 risente di una rettifica (0,9 miliardi di euro) riferibile principalmente alla rilevazione degli oneri relativi al piano di accompagnamento alla pensione assegnato a taluni dipendenti in Italia a fine 2012.

Al netto di tali partite, la riduzione del margine operativo lordo e' principalmente connessa alla prevista contrazione dei risultati in Spagna e delle attivita' di generazione in Italia, solo parzialmente compensata dal buon andamento dell'Area di Business Mercato Italia, della Divisione Energie Rinnovabili e delle attivita' in America Latina. La consistenza del personale a fine 2013 e' pari a 71.394 unita' (73.702 unita' alla fine del 2012). Nel corso del 2013, il Gruppo Enel ha prodotto complessivamente 286,1 TWh di elettricita' ( 294,8 TWh nel 2012), ha distribuito sulle proprie reti 404,0 TWh ( 414,2 TWh nel 2012) e ha venduto 295,5 TWh (316,8 TWh nel 2012). In particolare, nel corso del 2013 all'estero il Gruppo Enel ha prodotto 213,2 TWh di elettricita' (220,4 TWh nel 2012), ha distribuito 174,0 TWh (175,7 TWh nel 2012) e ha venduto 203,3 TWh (214,5 TWh nel 2012).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
enelfulvio contibilancio
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory

Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.