A- A+
Economia

Crescono i ricavi, frena l'utile ma l'Esselunga assume. Duemila posti di lavoro nel biennio che è appena iniziato e che si chiude a fine 2015: questo è il "numero" sicuramente più importante fornito dal gruppo di Bernardo Caprotti nel corso della presentazione delle anticipazioni sui risultati 2013.

La catena di supermarket ha archiviato l'anno passato con un fatturato in crescita dell'1,7% a 6,9 miliardi e un risultato operativo sopra i 300 milioni, in contrazione dai 367 milioni del 2012.
 
Per il colosso della grande distribuzione la riduzione dei margini si spiega soprattutto con la politica dei prezzi, rimasti invariati. "Mentre i fornitori hanno praticato aumenti dell'1,8% - si legge nella nota - Esselunga ha mantenuto per i propri clienti gli stessi prezzi del 2012, cioè ha venduto a inflazione zero. Negli ultimi due anni a fronte di incrementi di prezzo ricevuti per circa il 4% Esselunga non ha trasferito alcun incremento di prezzo ai propri clienti".

In aumento nel 2013 anche l'organico, che si attesta a 20.605 persone con un incremento di oltre 400 unità. Forza lavoro che aumentarà ancora. Esselunga ha appunto annunciato che nel biennio 2014-2015 assumerà ''circa 2.000 persone'', pari al 10% dell'attuale organico.

Tags:
esselungalavoroassunzioni

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.