A- A+
Economia
Ferrari/ Elkann: prematuro un bond. E conferma Jovane alla guida di Rcs

Il primo bond Ferrari ai nastri di partenza? "E' tutto prematuro ". John Elkann, presidente del gruppo Fiat-Chrysler risponde alle indiscrezioni secondo cui Ferrari potrebbe andare a breve sul mercato emettendo la sua obbligazione. Per il gruppo del cavallino rampante non sono neppure in vista nuovi cambi di management e, in particolare, non sta pensando a una sostituzione dell'amministratore delegato. " Oggi c'è un vertice chiaro, con Sergio Marchionne presidente e Amedeo Felisa amministratore delegato", ha ricordato Elkann, rispondendo un secco "no" a chi chiedeva conto di una sua eventuale sostituzione.

"Quello che è stato cambiato è la componente sportiva", ha ricordato Elkann. "Oggi - ha aggiunto - abbiamo un leader forte, Maurizio Arrivabene, che potrà guidare un campione del mondo come Sebastian Vettel e abbiamo visto in passato che risultati ha portato il binomio tra un grande pilota tedesco e un manager forte". Più in generale, poi, Elkann ha ribadito che lo spin off di Ferrari darà al gruppo "la possibilità di svilupparsi al meglio". Tornando alle voci sul bond, il presidente di Fca ed Exor ha ricordato che "in questo momento c'è tanto lavoro che si sta facendo" e che "l'operazione Ferrari sara' nel 2015 e quindi e' tutto prematuro".

Quanto all'amministratore delegato di Rcs, Pietro Scott Jovane, "sta lavorando bene, questa è la cosa più importante e non c'è nessuna ragione per cambiare chi lavora bene", ha proseguito il presidente di Fca , primo azionista del gruppo editoriale con il 16,7% del capitale, in vista della scadenza del cda nell'assemblea della prossima primavera.

Elkann ha poi sottolineato che i risultati di Rcs  del terzo trimestre hanno mostrato una "netta progressione" rispetto allo scorso anno e i manager hanno confermato che gli obiettivi di quest'anno saranno raggiunti. Ha però glissato sulla scelta del nuovo direttore del Corriere della Sera: "Il comunicato stampa era molto chiaro, ha determinato tempi e percorsi". Ferruccio De Bortoli, infatti, rimarrà in carica fino all'assemblea di approvazione dei conti.

Quanto, infine, alla holding Exor , che ha a disposizione due miliardi di euro per effettuare acquisizioni, al momento non ci sono trattative in corso per nuovi investimenti e non si sta guardando ad alcun settore in particolare. Dopo le parole di Elkann a Piazza Affari il titolo Fca  cede lo 0,30% a 10,04 euro, Rcs  l'1,07% a 0,9705 euro ed Exor  un più modesto 0,06% a 35,88 euro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ferrarifiatrcs
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.