A- A+
Economia
Fiat/ Marchionne: "Resterò fino al 2018. Il prossimo Ceo avrà ruolo diverso"

di Andrea Deugeni 
twitter
@andreadeugeni

A maggio aveva fatto sapere che sarebbe dovuto restare per tutto "il piano industriale 2014-2018", per "essere certo che venga eseguito". Oggi, invece, ha fissato la data: a fine 2018, appena cioè raggiunti i target fissati per il prossimo quinquennio, farà le valigie, per "far sicuramente qualcos'altro".

Sergio Marchionne, l'amministratore delegato di Fiat-Chrysler, anticipa in un'intervista esclusiva a Businessweek la sua volontà di lasciare un gruppo per cui, aveva detto a maggio nel corso della conferenza stampa di presentazione del piano industriale, "la successione è garantita".

"Ci sono diverse cose che il prossimo amministratore delegato dovrà fare e che sono totalmente diverse da quelle che faccio io", ha aggiunto Marchionne, manager 62enne, gli ultimi dieci dei quali trascorsi alla guida della Fiat, che, ricorda Businessweek, ne fanno l'amministratore delegato piu' longevo tra le  maggiori case automobilistiche europee.

"Il mio ruolo dovrà essere  riconfigurato", ha spiegato Marchionne alla vigilia della fusione con Chrysler, che sarà operativa nei prossimi giorni. Sul suo addio, Marchionne ha assicurato che non ci saranno ripensamenti. "Nessun cambio di idea, sono fatto così", ha detto Marchionne, "e poi è giusto che vadano avanti i giovani".

Tags:
fiatmarchionne
i più visti
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.