A- A+
Economia
Fisco, -22.2 mld di entrate totali nei primi 5 mesi

Le entrate tributarie e contributive nei primi cinque mesi dell'anno evidenziano nel complesso una diminuzione dell’8,4%, vale a dire -22.268 milioni di euro in meno rispetto all’analogo periodo dell’anno 2019. Lo rende noto il Tesoro. Il dato tiene conto della variazione negativa del 7,7% (-12.908 milioni di euro) delle entrate tributarie e della diminuzione delle entrate contributive del 9,5% (-9.360 milioni di euro). La notevole flessione dei dati delle entrate tributarie e contributive è determinata dall’effetto delle misure adottate per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

In particolare, le entrate tributarie nel periodo Gennaio-Maggio 2020 evidenziano una flessione pari a -12.908 milioni di euro (-7,7 per cento) rispetto allo stesso periodo del 2019 per effetto delle misure adottate per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Le imposte contabilizzate al bilancio dello Stato registrano una diminuzione (-15.300 milioni di euro, -9,3 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
In flessione il gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo (-428 milioni di euro, -10,7 per cento) e quello relativo alle entrate degli enti territoriali (-407 milioni di euro, -3,7 per cento). Le poste correttive - che nettizzano il bilancio dello Stato - risultano in diminuzione di 3.227 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2019 (24,6 per cento). 

Le entrate contributive dell’INPS ammontano a 82.085 milioni di euro, in calo di 8.639 milioni di euro rispetto al 2019 (-9,5 per cento). Tale risultato risente della contrazione delle entrate contributive del settore privato (-13,8 per cento), in conseguenza sia del rallentamento dell’attività economica conseguente ai provvedimenti emergenziali adottati al fine di contenere la diffusione dell’epidemia Covid-19 sia delle misure di sospensione degli adempimenti amministrativi e dei versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali disposte con i diversi interventi normativi introdotti nell’ordinamento a partire dal mese di marzo. Gli incassi relativi alle gestioni dei lavoratori dipendenti pubblici risultano in crescita dello 0,4 per cento rispetto al 2019.

I premi assicurativi dell’INAIL ammontano a 4.330 milioni di euro, in diminuzione di 159 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo del 2019 (-3,5 per cento). Le entrate contributive degli Enti previdenziali privatizzati risultano pari a 2.476 milioni di euro, in riduzione rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente (-562 milioni di euro, -18,5 per cento). L’andamento osservato è influenzato dalle misure di sospensione dei versamenti contributivi deliberate dai singoli Enti. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    fiscoperdite statoentrate stato
    i più visti
    in evidenza
    "Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

    Esclusiva/ Parla Gianni Russo

    "Un film che rimarrà nella storia"
    Ennio, intervista al produttore


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Kia Niro, l'auto che si ispira alla sostenibilità

    Nuova Kia Niro, l'auto che si ispira alla sostenibilità

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.