A- A+
Economia

 

Fed: la crescita prosegue a ritmi moderati

L'economia statunitense continua a espandersi "a un ritmo moderato", trainata in particolar modo dal manifatturiero e dal settore delle costruzioni. E' il quadro dipinto dal 'beige book' della Federal Reserve. Nella maggior parte dei distretti della Fed, prosegue il documento, la domanda di credito si e' rivelata stabile o in leggera crescita, mentre la spesa per consumi e' cresciuta in modo modesto a causa dell'aumento dei prezzi dei carburanti.

Piazza Affari chiude in calo con Wall Street che procede negativa dopo la trimestrale di Bank of America, risultata inferiore alle attese, malgrado gli utili quadruplicati. Il Ftse Mib ha segnato un -0,96% a 15,383 punti. Gli indici hanno virato in calo poco dopo l'apertura positiva, in linea con gli altri principali listini europei sul cui andamento hanno pesato le previsioni del Fmi di una crescita mondiale a tre velocita' e i timori per l'andamento stagnante e recessivo dell'economia europea. Attorno ai 300 punti, in chiusura, lo spread Btp-Bund. Sul paniere principale milanese, bancari ed energetici contrastati. In calo l'industria. Predite consistenti per Buzzi, St e Telecom.

Sull'andamento dei listini europei hanno pesato anche le voci di un possibile donwgrade del rating della Germania, che, pero', in mattinata, ha collocato 3,349 miliardi di euro di bond a 10 anni, a un tasso dell'1,28% contro l'1,36% della precedente asta. Mentre dal Fondo monetario internazionale e' arrivato l'allarme sulla ripresa nell'Eurozona. L'Fmi ha ribadito che il sistema bancario italiano e' "solido" ma ha sottolineato come "i prestiti al settore delle piccole e medie imprese in Itali si stiano rapidamente contraendo".

L'All Share ha ceduto lo 0,97% a 16.422 punti. Tra gli istituti di credito, in calo Bpm (-2,13%), Unicredit (-0,35%) e Mediobanca (-0,54%). Ok Intesa sp (+0,73%) ed Mps (+0,21%). Nell'energia, giu' Enel (-0,99%), Eni (-1,03%) e Saipem (-2,42%); bene Snam (+1,46%).

Tra gli industriali, le vendite si sono concentrate su Buzzi (-4,98%). Giu' anche Fiat industrial (-2,32%) e Fiat (-1,06%), dopo il dato sulle immatricolazioni a marzo in Europa (-10%; per il Lingotto -1,2%, quota mercato al 6%). Prysmian (-2,43%) ha risentito delle previsioni sul 2013 delineate ieri dall'a.d. Dopo una prima parte di mattinata positiva, Telecom e' arrivata a cedere il 2,62% in chiusura, nel giorno dell'assemblea degli azionisti.

Tags:
borse

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.