A- A+
Economia

Chiusura in netto rialzo per le Borse europee, trainate dal dato sulla fiducia degli investitori tedeschi, salita ai massimi di tre anni. Maglia rosa a Parigi, dove l'indice Cac 40 guadagna l'1,88% a 3.735,82 punti. Danone balza del 6% dopo aver annunciato un piano di ristrutturazione. Solida anche Carrefour, in progresso di oltre il 4%. In controtendenza Peugeot, che cede l'1,65% sulla scia dei dati sulle vendite di auto in Europa, scese a gennaio ai minimi dal 1990, mentre Renault segna un timido +0,30%.

Non tutto il comparto delle quattro ruote ha risposto però in modo analogo. Avanzano infatti i costruttori tedeschi, con Daimler a +1,57% e Volkswagen a +2,15%, mentre Fiat cede l'1,37%. Il Dax di Francoforte sale dell'1,62% a 7.752,45 punti, l'Ftse 100 di Londra registra un progresso dello 0,96% a 6.379,07 punti, l'Ftse Mib di Milano cresce delll'1,57% a 16.664,42 punti, l'Ibex di Madrid sale dell'1,44% a 8.225,3 punti grazie al ritorno degli acquisti sul comparto bancario.

A Piazza Affari, positivi tutti i bancari, in una giornata in cui lo spread è disceso sotto la soglia dei 280 punti. Bper segna un +4,15%, Monte Paschi +3,84%, Unicredit +2,41%, Intesa +2,13%. Bene l'energia, nell'industria Fiat cede l'1,37% accusando il calo di vendite di auto in Europa a gennaio, superiore per la casa a quello dell'intero mercato. Debole Telecom (-0,40%), per cui oggi il cda di Telco ha deciso di svalutare il valore di carico, mentre Ti Media perde il 9,07% dopo la decisione di trattare in esclusiva la vendita di La7 con il gruppo Cairo, ignorando la disponibilita' dell'ultim'ora di Diego Della Valle che aveva suscitato tra gli operatori la speranza di possibili rilanci. Bene i titoli del lusso con Tod's +5,39% su un report positivo; Ferragamo sale del 3,65%, Geox del 2,71%. Balzo di Mediaset (+5,17%) nonostante il patron Berlusconi abbia oggi ufficializzato che il 2012 si chiudera' in perdita, evento peraltro atteso visto il rosso delle trimestrali.

Tags:
mercatiborsespread

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.