A- A+
Economia
borsa affari

I mercati continuano a fidarsi di Giorgio Napolitano e puntano allle larghe intese. La stabilizzazione del quadro fa ben sperare e il rendimento dei Btp decennali scende sotto il 4%, attestandosi al 3,99%, per la prima volta dall'autunno del 2010. Conttinua anche la discesa dello spread che ha toccato quota a 265 punti, per poi chiudere a quota 272. Il rendimento e' al 3,95%. Il differenziale tra Bonos spagnoli e Bund e' a 302 punti con un tasso del 4,28%.

Seconda seduta consecutiva in forte rialzo a Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib che ha guadagnato il 2,93% a 16.490 punti. Anche Milano saluta con favore la prospettiva della nascita di un governo di larghe intese e beneficia del calo dello spread sotto i 270 punti, mentre in ambito europeo si guarda a interventi di stimolo da parte della Bce. Secondo le indiscrezioni,  nella riunione del 2 maggio (o al più tardi il 6 giugno)  Mario Draghi è pronto a un taglio allo 0,50% (dallo 0,75% attuale) del tasso di rifinanziamento principale.

Positivi bancari, energetici e industriali. Corrono Stm, Fiat e Telecom. Giu' Saipem.

A Londra l'indice Ftse 100 guadagna il 2% a 6.406,12 punti, a Parigi il Cac 40 avanza del 3,58% a 3.783,05 punti mentre a Francoforte il Dax 30 sale del 2,41% a 7.658,21 punti. Vola anche Madrid +3,26%. Anche Wall Street in rialzo con il Dow Jones che guadagna lo 0,98% e il Nasdaq l'1,21%.

A Milano, gli indici hanno accelerato sul finale, in linea con gli altri listini europei e con Wall Street che procede positiva. Non hanno influito sull'andamento delle borse europee i dati macroeconomici diffusi oggi, con le deludenti letture degli indici Pmi su Cina ed Eurozona, con i listini galvanizzati dalle buone trimestrali diffuse da Arm e Stm e dalle speranze in un taglio dei tassi da parte della Bce.

L'All Share ha segnato un +2,73% a 17.485 punti. Tra gli istituti di credito, Unicredit +5,15%, Mediobanca +5,39%, Intesa sp +3,19%, Mps +2,78%, Bpm +1,57% (dopo le dimissioni di Annunziata dalla presidenza del consiglio di sorveglianza).

Sale Fiat (+6,11%) sul report positivo di Ubs. Rally di Stm (+9,17%) che prevede aumenti delle vendite nel secondo semestre. In gran spolvero anche Telecom (+6,32%). Fuori dal Ftse Mib, rialzi a due cifre per Rcs (+11,44%) e Safilo (+13,81%) sui risultati del primo trimestre.

Tags:
mercatispreadborse

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.