A- A+
Economia
Fondo sovrano, giorno nazionale e licei. Made in Italy, i pilastri del ddl

Made in Italy, dal fondo sovrano ai licei. Il ministro Urso: "Svolta per il Paese"

"La legge quadro sul Made in Italy è un punto svolta per questo Paese che pone finalmente al centro le filiere di eccellenza. Il Made in Italy è un marchio di qualità del prodotto italiano".

LEGGI ANCHE: Made in Italy, in arrivo la legge in Cdm: di cosa si tratta

Lo ha detto il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, a margine del Forum Pa elencando tra i pilastri del ddl: l'istituzione dei licei Made in Italy che sarà "possibile aprire a partire dall'anno scolastico 2024/25, uno in ogni distretto industriale italiano", ha assicurato.

Si affronteranno quindi "il tema delle competenze e della formazione", prevista l'istituzione "del fondo sovrano per le filiere del Made in Italy per sostenere le imprese fin dall'approvvigionamento delle materie prime", oltre alla "sburocratizzazione e semplificazione per l'utilizzo delle materie prime che abbiamo in questo paese", prevista anche la creazione della "giornata del Made in Italy, la giornata dell' orgoglio del prodotto, dell'imprese, della cultura e del modello italiano nel mondo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
made in italyurso





in evidenza
Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"

Guarda il video

Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"


motori
Kia svela EV3: il nuovo SUV elettrico compatto con 600 km di autonomia

Kia svela EV3: il nuovo SUV elettrico compatto con 600 km di autonomia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.