A- A+
Economia
Forbes: Isis è il gruppo terroristico più ricco. Seguono Hamas e le Farc

Lo Stato islamico (Isis) e' il gruppo terroristico piu' ricco del mondo, seguito da Hamas. E' quanto emerge da una calssifica stilata dalla rivista Forbes Israel, secondo cui gli jihadisti sunniti dell'Isis hanno a disposizione un volume di 2 miliardi di dollari l'anno, il doppio dell'organizzazione che controlla la Striscia di Gaza.

Nella lista stilata dall'edizione israeliana della rivista, entrano le Farc colombiane con 600 milioni, i libanesi di Hezbollah con 500 milioni, i talebani con 400 milioni e Al Qaeda e i gruppi affiliati con 150 milioni di dollari. La rete del terrore fondata da Osama bin Laden e' seguita dai pakistani di Lashkar e-Taiba, con 100 milioni, dai somali Al Shabab, con la stessa cifra, l'irlandese Vera Ira con 50 milioni di dollari e infine i nigeriani di Boko Haram, con 25 milioni l'anno.

Secondo Forbes Israel, i gruppi terroristici si finanziano con metodi simili a quelli delle altre organizzazioni criminali, come il traffico di droga e le estorsioni, ma ricevono anche fondi e donazioni, in alcuni casi da agenzie governative.

Secondo il Tesoro americano, l'Isis guadagna un milione di dollari al giorno solo dalla vendita di greggio dei campi petroliferi conquistati in Siria e Iraq.

Tags:
forbesisisfarchamashezbollahal qaeda
i più visti
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.