A- A+
Economia
Gdf, pensione integrativa a cinque zeri per il presidente Mestrallet

Una pensione supplementare interamente pagata dall'azienda di quasi un milione di euro. Niente male come contropartita-premio per un dirigente che ha passato tutta la sua carriera internamente a uno stesso gruppo e che lascerà quest'anno il ruolo di direttore generale per rimanere presidente fino al 2016 quando a 67 anni si ritirerà dal mercato del lavoro. 

Secondo quanto rivela la stampa francese, Mestrallet, che lascerà le deleghe operative a  Isabelle Kocher, attuale direttore finanziario di Gaz de France, riceverà all'anno 831 mila euro di pensione all'anno pagata dall'azienda in aggiunta al normale assegno pensionistico maturato con il pilastro pubblico e quello integrativo.  Il consiglio di amministrazione ha stanziato a fine 2013 oltre 100 milioni di euro per erogazioni di questo tipo a tutti i 27 mebri del comitato esecutivo del colosso energetico

In totale, la società del gas ha stanziato oltre 103 milioni di euro al 31 dicembre 2013 per i 27 membri del Comitato Esecutivo. Cifra e trattamenti che hanno fatto indignare i sindacati che hanno ricordato come "lo scorso anno Gdf abbia realizzato perdite record di quasi 10 miliardi di euro".

Tags:
gdfmestrallet
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.