A- A+
Economia
Governo,lo spread? No panic, c'è Lagarde. Il rischio c'è solo se si va al voto

Azionario europeo inchiodato sulla parità al giro di boa. Gli occhi degli investitori restano sempre puntati da un lato sull'andamento dei contagi da Covid-19, dall'altro sulla politica statunitense anche se secondo gli stategist gli stimoli monetari e fiscali a livello globale rendono difficile un’ondata di vendite per l'equity. Attenzione poi alle evoluzioni della trattativa politica in Italia dopo il via libera al Recovery Plan e l'astensione di Italia Viva che lascia prefigurare la fine del governo Conte-bis.

Matteo Renzi
 

Al momento, dopo un’impennata dello spread Btp-Bund di oltre dieci punti dai 103 dell'avvio di ieri, non si registrano tensioni sul mercato secondario dei titoli di Stato: il differenziale fra i titoli decennali del debito italiano e quelli tedeschi rimane poco mosso sui 114 punti base, dopo l'ultima evoluzione nella crisi politica, ovvero l'invito del fondatore del M5S Beppe Grillo a stilare "un patto tra tutti i partiti", per un governo di unità nazionale. E questo grazie, secondo gli analisti finanziari,  al forte sostegno ai Btp (con il quantitative easing e il Pandemic emergency purchase programme, già aumentato di dimensioni e prolungato nella durata) da parte della Bce, con la presidente Christine Lagarde che dal forum Reuters Next sul futuro dell'eurozona dopo la pandemia ha rassicurato sul supporto della banca centrale.

"Dopo che il Consiglio dei ministri di ieri ha approvato la bozza di Recovery Plan (con l’astensione dei ministri renziani), oggi dovrebbero chiarirsi gli scenari politici conseguenti alla crisi nella coalizione di Governo", ha sottolineato Equita Sim.

LP 11003500
 

"Lo scenario rimane molto fluido, viste le tensioni anche personali tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e Matteo Renzi. Gli sforzi di mediazione in atto possono però ancora portare verso uno scenario di crisi pilotata, ossia di una rapida crisi di Governo che porti a un nuovo esecutivo sostenuto dalla stessa coalizione attuale, con o senza Conte come primo ministro. Se invece Italia Viva decidesse di non sostenere più il Governo, PD e M5S potrebbero cercare la fiducia in Parlamento per proseguire l’azione di Governo, anche se i margini di successo appaiono incerti e il presidente della Repubblica chiede un supporto politico chiaro. In alternativa, il capo dello Stato potrebbe cercare di costruire un Governo di unità nazionale per affrontare la crisi sanitaria ed economica", hanno evidenziato gli analisti.

"In tutti questi scenari, non vediamo rischi rilevanti per lo spread grazie al supporto degli acquisti della Bce, anche se aumenterebbero le preoccupazioni sulla capacità dell’Italia di implementare il Recovery Plan. Se poi tutti questi scenari dovessero fallire, si andrebbe verso nuove elezioni, scenario che potrebbe invece creare tensione sullo spread, ma che al momento giudichiamo ancora come il più improbabile", hanno concluso da Equita.

@andreadeugeni

Loading...
Commenti
    Tags:
    mercaticrisi di governom5spdgiuseppe conteitalia viva
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Alla Cultura l'esperta di burlesque Roma, ironia web su nuova giunta

    "Siffredi ministro quando?"

    Alla Cultura l'esperta di burlesque
    Roma, ironia web su nuova giunta


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Porsche presenta la Taycan 100% elettrica con trazione posteriore

    Porsche presenta la Taycan 100% elettrica con trazione posteriore

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.