A- A+
Economia
Grecia, ora privatizzazioni a rischio. Terna: meno probabilità per la rete elettrica greca

La vittoria di Tsipras manda all'aria le ambizioni delle multinazionali che avevano messo gli occhi sull'ondata di privatizzazioni che la Grecia, su pressing della Troika, aveva messo in cantiere.

Nel club delle big corp internazionali con ambizioni in terra ellenica c'è anche l'italiana Terna, la società che gestisce la rete elettrica del nostro Paese, che è in corsa con altre quattro società per la privatizzazione del 66% della rete elettrica greca messa in vendita dalla società Ppc (il restante 34% dovrebbe restare allo Stato).

 

La gara, proprio per l'instabilità politica, è slittata più volte fermandosi alla fase finale della due diligence senza arrivare a quella delle offerte. "Le possibilità che questa operazione vada a buon termine si sono significativamente ridotte dopo la vittoria elettorale di Tsipras", ha affermato una volta aver conosciuto l'esito delle urne Matteo Del Fante, amministratore delegato di Terna. "I mercati stanno reagendo in maniera debole ma non si sta verificando una reazione particolarmente negativa, come ci si poteva aspettare", ha aggiunto il manager ad Affaritaliani.it.

Tornando sull'argomento privatizzazioni, Del Fante ha comunque chiarito che Terna  aspetta di vedere cosa succederà. "Il soggetto", ha spiegato, "che finalizzerà la procedura resta sempre la società elettrica nazionale. Il Cda è lo stesso. Ora avrà un nuovo interlocutore politico che darà indicazioni su dove vuole che vada la strategia di Ppc". A Piazza Affari, il titolo non ha accusato il colpo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
greciaprivatizzazioniterna
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.