A- A+
Economia
Harmont&Blaine, al via la campagna di Francia. L'ad Guasco ad Affari : "Oltralpe punteremo su retail e wholesale"

Con l’apertura della prima boutique parigina, prende ufficialmente il via il progetto oltralpe di Harmont & Blaine. L’azienda napoletana del Bassotto punta così a rafforzarsi sui mercati internazionali in vista della quotazione in Borsa prevista entro i prossimi due anni. “La Francia è un mercato di altissima importanza strategica per il progetto di internazionalizzazione del marchio, sia per il potenziale del mercato in sé, sia per la sua visibilità internazionale”, afferma ad Affaritaliani.it l’amministratore delegato, Giulio Guasco, in passato in Procter&Gamble, Fai, Miroglio e Ralph Lauren.

La boutique, di 350 metri quadrati, su due piani, aprirà al 35 di Boulevard des Capucines, quattro vetrine su una delle principali vie dello shopping parigino, tra Place de la Madeleine e l’Opera, all’incrocio con Rue Scribe. Il nuovo store concept, sviluppato in collaborazione con gli architetti Perini e Losanno di PLS Design, rimanda ad atmosfere mediterranee con richiami al design italiano degli anni sessanta, uno spazio ideale per esaltare il colore e il calore delle collezioni Uomo, Donna e Junior del marchio del Bassotto. Lo sviluppo del mercato francese seguirà una duplice direzione: retail diretto, concentrato in particolare su Parigi e Costa Azzurra e distribuzione nel canale wholesale, con l’ingresso nei più importanti Department Stores e boutiques multimarca selezionate.

L’azienda prevede l’apertura di un secondo punto vendita a Parigi e altri due in Costa Azzurra, dove il marchio, espressione del Mediterranean lifestyle, trova la sua collocazione più naturale, mentre il mercato francese sarà gestito “direttamente dall’azienda attraverso la controllata Harmont & Blaine France Sas, recentemente costituita”, dichiara il presidente, Domenico Menniti, fondatore e per anni unico patron dell’azienda. Per Menniti “è un’iniziativa imprenditoriale che parte dalla necessità di velocizzare la crescita, anticipando le mosse dei principali concorrenti internazionali”.

A tal fine, François Olivier Gerreboo, ex country manager Gant France, entra a far parte della squadra Harmont & Blaine per coordinare tutte le attività di sviluppo del paese transalpino, mentre i clienti multimarca saranno seguiti da Arnaud Collet, agente del marchio in Francia, che ha già cominciato ad operare nella showroom parigina di Rue de Caumartin. Con un fatturato 2104 di 75 milioni di euro, Harmont & Blaine prosegue dunque il suo piano di espansione: ad oggi conta 140 punti vendita monomarca e shop-in-shop in Italia e nel mondo, tra cui Milano, Napoli, Capri, Portofino, Madrid, Mosca, Praga, Dubai, Doha, Miami, Mexico City, Panama, Santo Domingo, Cartagena, Shangai e Hong Kong. Ad ottobre 2014 l’azienda ha aperto il capitale sociale (35%) al fondo di investimento Clessidra, che consentirà più cospicui investimenti nel retail nei prossimi anni negli States e sui mercati asiatici.

Eduardo Cagnazzi

Iscriviti alla newsletter
Tags:
modaharmont & blaine
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.